Oggi più che mai siamo chiamati al rispetto di regole strette per arginare la diffusione del contagio da Covid 19.
Una regola aurea che, naturalmente, vale anche e soprattutto per gli spostamenti di piacere e per le ferie estive che in questo periodo dell’anno si iniziano tradizionalmente a programmare.
Il modo migliore per rispettare il distanziamento sociale ed evitare di incorrere in rischi inutili, soprattutto legati alla presenza di assembramenti, è scegliere di viaggiare a bordo di un camper.
La scelta, sia che si tratti di trascorrere un periodo di relax con gli amici oppure con la famiglia, ricade sempre più spesso su motorhome usati proprio per l’alto livello di comfort che questi mezzi sono in grado di offrire. Vediamo allora quali sono le caratteristiche principali di un camper motorhome, prima di passare in rassegna la check list delle cose da non dimenticare mai quando si parte per un’avventura on the road.

Le caratteristiche di un camper motorhome

Esistono moltissime tipologie distinte di camper – c’è quello furgonato, quello semi-integrale oppure l’autocaravan – ma quella che più incarna l’ideale di camper come ‘casa viaggiante’ è probabilmente il motorhome. Essendo questi i modelli più costosi a disposizione (la struttura è molto complessa) sarà conveniente rivolgersi a un rivenditore per scegliere un buon usato: rinunciare al comfort non è mai una buona idea. I motorhome possono vantare una perfetta coibentazione, inoltre viste le dimensioni si può contare su un’abitabilità interna davvero notevole. E’ un mezzo perfetto per la coppia che vuole viaggiare spaziando con l’itinerario ma ci sono molte famiglie che si stanno convertendo a questo modello. L’abitacolo offre un’esperienza di guida che è tutta improntata al paesaggio, grazie anche alle ampie finestrature.

I controlli al mezzo e l’elenco del necessario da portare in vacanza

A prescindere dalla lunghezza del viaggio – weekend romantico, gita fuori porta, vacanza di più giorni – prima di partire si dovranno effettuare alcuni controlli di rito come quello alle gomme. Esse rappresentano infatti l’unico punto di contatto con l’asfalto e devono essere al top. Inoltre occorrerà completare un check all’impianto luci, alle batterie e al serbatoio. In più, ogni buon camperista non potrà esimersi dallo stilare un elenco con tutto ciò che potrebbe essere necessario avere a portata di mano. Sia nel nome del comfort che della sicurezza in viaggio.

Il riferimento è in primis alla cassetta degli attrezzi, che conterrà pinze, fil di ferro e cacciaviti ma anche chiavi inglesi e fascette sia per ovviare a piccoli guasti che per interventi di una certa importanza. Necessario anche il cavo di emergenza, così come i vari liquidi per il wc e le tubature. Il rifornimento d’acqua sarà un altro elemento la cui presenza è imprescindibile, così come una bombola di riserva e le doppie chiavi. Per la cucina ricordate di spuntare sempre dalla lista spugnette, pentole e posate oltre a piatti, presine, detersivi, scottex e l’occorrente per la colazione. Salviette, borracce e bottiglie termiche sono un must soprattutto per le escursioni, mentre per quanto riguarda la zona notte via libera a lenzuola e plaid in base alla stagione ma anche a sacchi a pelo e fodere extra. Se andate all’estero portate con voi un dizionario, consultate gli elenchi dei campeggi lungo l’itinerario inoltre abbiate cura di scaricare app per il traffico.

CONDIVIDI
Articolo precedenteStreet Art a Genova: il progetto Walk The Line
Prossimo articoloFestival dell’Eccellenza al femminile in diretta streaming
Davide Romanini
Nato nel 1969 a Genova, ingegnere, uno dei due soci di Zenazone e co-fondatore di Zenazone.it - Autore di oltre 170 video itinerari turistici in tutta Italia con il format Eats&Travels - Videomaker Ambassador Traipler - Oltre 1.000 fotografie nello stock photography - Inserito nel programma Google Street View - Realizza strategie di Web Marketing e Video Web Marketing

NESSUN COMMENTO

RISPONDI