Una Montagna di Accoglienza nel Parco – Intervista a Marina Bo

"Una Montagna di Accoglienza nel Parco" è il Consorzio per l'Ospitalità Diffusa delle Valli Aveto Graveglia e Sturla per la promozione di un'offerta turistica integrata basata sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti alla clientela e che sia di incentivo allo sviluppo economico locale.

Stiamo riscoprendo quanto sia bello viaggiare in Liguria e ci accorgiamo sempre di più che, forse, abbiamo sottovalutato qualche località soprattutto dell’entroterra.
Marina Bo ci parla del Consorzio Ospitalità Diffusa “Una Montagna Di Accoglienza Nel Parco”, si tratta del parco dell’Aveto e delle sue tre valli: Val Graveglia, Valle Sturla e Val d’Aveto.

“Una Montagna di Accoglienza nel Parco” è il Consorzio per l’Ospitalità Diffusa delle Valli Aveto Graveglia e Sturla per la promozione di un’offerta turistica integrata basata sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti alla clientela e che sia di incentivo allo sviluppo economico locale. In particolare il consorzio intende valorizzare e rendere riconoscibile sul mercato il “prodotto turistico locale” utilizzando un marchio e una denominazione indicativi del contesto territoriale e delle peculiarità naturalistiche, culturali e gastronomiche che lo rendono unico.

Oltre alla video intervista a Marina Bo vi riproponiamo diversi video che abbiamo realizzato in questo territorio.

Wild Horse Watching Sulle tracce dei Cavalli Selvaggi dell’Aveto
Wild Horse Watching: a pochi chilometri da Genova si possono vivere emozioni inaspettate sulle tracce dei cavalli selvaggi della val d’Aveto, animali del tutto simili ai famosissimi cavalli Mustang americani. Noi li abbiamo incontrati alcuni anni fa con la guida Evelina Isola.
https://youtu.be/sPuIfSVuBq8

L’Abbazia di Borzone, un luogo magico nell’entroterra ligure
L’Abbazia di Borzone è un gioiello artistico e un monumento fra i più importanti del patrimonio storico e architettonico ligure. E’ l’unica in Liguria per l’utilizzo di pietra e mattone, ben evidente nel contrasto di colori. Chiese simili a questa in Italia non ve ne sono, recenti studi richiamano l’architettura cristiano-araba mudejar tipica di alcune zone della Spagna del X secolo, tuttavia non è facile trovare una correlazione tra tale stile architettonico e Borzone, anche se le similitudini sono evidenti.

Il volto megalitico 
Questa grande scultura è conosciuta come il “Volto megalitico di Borzone” ma anche “Il volto di Cristo di Borzone”, e raffigura appunto un volto umano di 7 metri di altezza e 4 di larghezza.
Leggenda e mistero avvolgono una delle opere più enigmatiche della storia ligure, questa effigie scoperta nel 1965 dopo essere stata inghiottita per secoli dalla vegetazione.
Ma chiunque capiti al suo cospetto non ha difficoltà a individuare le fattezze di un volto umano scolpito nella pietra.
https://youtu.be/DauO5I8DQME

La Miniera di Masso a Monte Loreto
Nei dintorni di Castiglione Chiavarese c’è Monte Loreto, una località che cela una storia millenaria del nostro entroterra.
Il tempo di incontrare il geologo Emerj Vajda che ci ha fatto da guida ed inizia un viaggio affascinante.

Itinerario in Val d’Aveto
Queste immagini sono un po’ più datate ma sempre attuali per vedere Santo Stefano d’Aveto e dintorni.

Per avere informazioni segnaliamo anche il sito ufficiale del Consorzio

NESSUN COMMENTO

RISPONDI