Sicuramente è un Sanremo diverso quest’anno tutto improntato sulla musica, mancherà il colore, la gente che animava le vie attorno al Teatro Ariston.
Vi Volevo parlare di Sanremo D.O.C., musica di origine controllata, un programma televisivo musicale ideato da Danilo Daita, una manifestazione collaterale delle più importanti che si svolge durante il Festival da ben sedici anni, che ha il merito di dare ulteriore fermento.
Inoltre, sono oltre 1000 le radio e gli artisti accreditati, ed è forte naturalmente la presenza dei media.
Sanremodoc trova il giusto connubio tra spettacolo e gusto, gusto e turismo, turismo e cultura.

Sanremo D.O.C. quest’anno si svolgerà nella prestigiosa cornice dell’ Hotel des Anglais, costruito nella Belle Epoque che ha saputo mantenere nel corso degli anni lo stile e l’atmosfera dell’epoca.
La manifestazione si svolge nel rispetto delle norme anti covid, con una rubrica “l’Italia in cantina” dedicata al mondo del vino.
Grazie all’apporto concreto di aziende di eccellenza #sanremodoc esporta la cultura, l’arte, il gusto e il buon vino.
Nella città dei fiori si brinderà con l’Azienda Mantellassi, che ha contribuito in modo determinante alla costituzione della Denominazione di Origine Controllata di Morellino di Scansano avvenuta nel 1978 ed è considerata una delle più prestigiose aziende produttrici.

“Labor omnia vincit” come non mai tale motto riconferma la sua validità e tenacia nell’attaccamento al lavoro dei proprietari della Fattoria Mantellassi in Magliano in Toscana.
Gli abiti di Iuliana Ierugan a Sanremo sono di Fabiana Gabellini

NESSUN COMMENTO

RISPONDI