Da un lato c’è il campionato delle squadre, dall’altro c’è il campionato dei bomber, altrettanto divertente ed entusiasmante. Lo scorso anno la sfida è stata vinta a sorpresa da Quagliarella, che è riuscito a piazzarsi sopra a Zapata (Atalanta) e a Piatek (Milan), con un bottino complessivo di 26 gol. Quest’anno il bomber della Samp sta indubbiamente pagando la crisi dei blucerchiati, e al momento ha all’attivo un solo gol in cinque partite. Dunque la sfida si apre ad altri pretendenti, fra volti già noti al grande pubblico e possibili sorprese e outsider. Ecco perché oggi cercheremo di studiare nel dettaglio tutte le opzioni in termini di vincitori potenziali della nuova classifica marcatori 2019/2020.

I soliti favoriti

Partiamo proprio dalle certezze, dando uno sguardo alla situazione attuale della classifica dei bomber della Serie A. Al momento la contesa sembra a due, visto che il primo posto appartiene al solito Ciro Immobile (7 gol), tallonato da Duvan Zapata (6 gol). Sorprendentemente al terzo posto troviamo Domenico Berardi, che si sta risollevando dopo un po’ di anni in chiaro scuro, con 5 gol in 7 partite. A pari punti si piazza il Gallo Andrea Belotti, mentre dietro troviamo alcune sorprese, come Donnarumma (Brescia) e Mancosu (Lecce), a 4 gol. Proprio come il bomber giallorosso Dzeko e Mertens del Napoli.

Da ciò si evince che al momento la classifica non vede alcuni protagonisti che, con tutta probabilità, emergeranno col passare delle giornate. Si parla di Cristiano Ronaldo ovviamente, che viene dato favorito nelle quote della Serie A di William Hill con una quota di 3.5. Poi troviamo altri esempi come Lukaku e – perché no – Piatek, ancora a secco di gol su azione (solamente due marcature su rigore). Da non escludere a priori altri attaccanti che potrebbero presto prendere il volo in graduatoria, come Lautaro Martinez e Higuain, quest’ultimo in un momento di forma a dir poco strepitoso. Anche Insigne e Llorente ha il gol nel sangue, e lo stesso discorso vale per Ribery.

I possibili outsider

Di possibili outsider, quest’anno, ne troviamo parecchi. È facile capirlo ricordando due nomi insospettabili come Mancosu del Lecce e Donnarumma del Brescia. Brescia che, fra le altre cose, ospita fra le sue fila un certo Mario Balotelli: dopo aver scontato 4 giornate di squalifica, si è già presentato con un gol al San Paolo e sta ritrovando la migliore condizione fisica. Le piccole, poi, vantano la presenza di alcuni volti noti come Petagna, che ha chiuso la passata stagione a quota 16 reti.

Altri nomi che potrebbero ben figurare in classifica sono Pavoletti e Caputo, ma la lista è comunque lunghissima. Basti citare giocatori come Milik, insieme a Muriel e Dybala. La battaglia si preannuncia davvero entusiasmante, anche perché molti dei bomber più attesi hanno ancora le polveri bagnate. Però va detto che la situazione non resterà tale a lungo, e che presto o tardi i migliori di sempre inizieranno a sbloccarsi. A noi, dunque, non ci resta altro da fare che aspettarli.

NESSUN COMMENTO