Sul palco del Teatro Verdi di Sestri Ponente sale in scena: “I Trilli: una storia genovese”

trilli

Dopo il grande successo dell’esordio a Cicagna, lo spettacolo teatrale I Trilli: una storia genovese per la regia di Lazzaro Calcagno approda a grande richiesta al prestigioso Teatro Verdi di Sestri Ponente giovedì 22 febbraio alle ore 21:00. La seconda data del tour nel cuore di Genova sarà quella del 10 marzo alla Claque.

Il narratore di questa storia, una storia genovese che appartiene a tutti noi, è proprio Vladimiro Zullo, figlio di Giuseppe Zullo in arte Pippo. Vladi porterà sul palco i suoi ricordi e le sue emozioni di figlio, partendo da un fatto che ha segnato indelebilmente la sua storia e quella della sua famiglia. L’affondamento del Club-ristorante il Peschereccio di Pippo dei Trilli, avvenuto qualche mese dopo la sua prematura scomparsa. Aneddoti sulla nascita del duo, il rapporto tra un padre e un figlio, ricordi trascinati per sempre in fondo al mare ma che restano nel cuore di chi ama, sfidando ogni legge spazio/temporale, spaccati di una Genova che sembra non esistere più, profumi assopiti ma che riaffiorano da un caruggio.

I Trilli una storia genovese è un viaggio che porta fino ad oggi, nel tempo presente, dove la musica dei Trilli continua, tra tradizione e modernità, strizzando l’occhio al passato e guardando al futuro. In scena come nella realtà la presenza di Pippo (Giuseppe Zullo) e Pucci (Giuseppe Deliperi) è fortissima e determinante. Immancabile la musica che scandirà la narrazione, rendendo il tutto ancora più suggestivo ed emozionante.

Il MEI (Meeting delle etichette indipendenti) presieduto da Giordano Sangiorgi è media partner di questo tour teatrale insieme a Materiali Musicali.

Sestri è patria di molti artisti amici dei Trilli e uno in particolare, che ha visto nascere lo storico duo sarà il graditissimo OSPITE A SORPRESA di questa data.

Costo del biglietto: 12,00 Euro
Per prenotazioni telefoniche: 0106148366 (tutti i giorni alle 12 alle 19)

Per info:
http://www.itrilli.it/ 

NESSUN COMMENTO