Il SUQ arriva in anticipo: al Teatro della Corte la presentazione dei progetti dell’edizione 2017

Suq

Mercoledì 16 novembre, a partire dalle ore 17.30, al Foyer del Teatro della Corte, il SUQ si presenta alla cittadinanza per parlare di bilanci e numeri della scorsa edizione del Festival ma soprattutto del futuro, con iniziative e appuntamenti di rilievo. Dopo aver incassato l’ottimo risultato del sondaggio tra il pubblico del 18° Suq, sondaggio che come ogni anno viene commissionato da Porto Antico Spa, e il segnale positivo dal Ministero per I Beni e le Attività Culturali e del Turismo che ha assegnato un 7% in più sul contributo FUS al Suq Festival 2016, (il massimo aumento possibile sullo stanziamento per il progetto triennale), la Compagnia Suq pensa al futuro, nonostante le incertezze sul sostegno della Regione Liguria:
“Siamo ancora in attesa di risposta, non siamo gli unici, ma certo a 5 mesi dalla fine del Festival è un po’ preoccupante, visti anche I precedenti tagli subiti” afferma Carla Peirolero.

Per venire alla “Stagione 2016/17” ha appena preso il via il laboratorio teatrale universitario Medea Opera Rap (ottobre/maggio) in collaborazione con ARSEL, che vede coinvolti una ventina di studenti di diverse facoltà e provenienze, sotto la guida degli artisti del Suq, e con la consulenza e partecipazione alle attività formative di Amir Issaa, noto rapper italo egiziano. Lo spettacolo finale debutterà al Teatro Altrove di Genova il 4 maggio. Attraverso lezioni settimanali di musica e improvvisazione teatrale, il lavoro si propone di arrivare ad una lettura del testo particolarmente vicina al mondo giovanile, pur tenendo fede ai temi dello scontro di civiltà, del risentimento generato dall’esclusione presenti nell’opera dell’autore greco.

Nell’anno che segna il traguardo di un decennio di collaborazione con il Teatro Stabile di Genova, è prevista ad aprile la Maratona Suq, che riporta in scena al Teatro Duse, 3 spettacoli di successo: Butterfly Bazar (19/21 aprile) regia di Enrico Campanati, Mama Africa (25/26 aprile) regia di Campanati e Peirolero, Madri Clandestine (28/30 aprile) regia di Antonio Zavatteri. Prima le donne e le bambine è il sottotitolo della Maratona, per rimarcare l’elemento femminile che unisce le tre proposte e l’attenzione nei confronti di tematiche di attualità, quali la lotta alle discriminazioni, esaltata dalla figura di Makeba, o l’emergenza degli sbarchi di Lampedusa e di maternità difficili, come in Madri Clandestine, scritto da Emilia Marasco. Temi che, insieme alla conoscenza e al dialogo tra culture, all’integrazione attraverso l’arte, fanno parte del bagaglio del Suq dal 1999, anno della fondazione ad oggi.
Gli spettacoli schierano buona parte degli artisti che fanno parte della Compagnia, a cominciare dai musicisti dell’Orchestra Bailam, dall’inizio compagni di strada del Suq, per proseguire con Mirna Kassis, Yukari Kobayaschi, Adesuwa Ogiamien, Laura Parodi, Tatiana Zakharova, Roberta Alloisio, Mariangela Bettanini, Esmeralda Sciascia, Fabio Vernizzi, Dieynabaa Kouyate, Marco Fadda, Franco Minelli, Julyo Fortunato, Roberto Piga, Tommaso Rolando, Edmondo Romano, Luciano Ventriglia.

La Maratona Suq sarà preceduta da incontri e iniziative in collaborazione con associazioni di settore. Tra queste un reading dedicato a Tina Anselmi, il 25 marzo 2017, data in cui avrebbe compiuto 90 anni, dal titolo Belle Ciao. Tina e le altre per ricordare l’impegno delle donne italiane, e liguri per la Resistenza.

A febbraio partirà un laboratorio teatrale rivolto a tutti, per realizzare una lettura scenica, da presentare al 19° Suq Festival, de Il lungo viaggio, uno straordinario racconto di Leonardo Sciascia che racconta come un misero gruppo di contadini siciliani si mette in viaggio verso l’America dei sogni, per poi ritrovarsi dopo un viaggio d’inferno a pochi chilometri dalla partenza. Dramma e ironia, ma anche puro divertimento in alcuni momenti, per lo studio collettivo di una rappresentazione teatrale che potrebbe avere ulteriori sviluppi dopo il Festival.

A maggio, alla Festa dello Sport 2017, in collaborazione con UISP e con le principali associazioni umanitarie e le comunità di immigrati, si terrà la Camminata contro il razzismo, un percorso urbano accompagnato da momenti artistici, per ribadire l’ appello all’incontro e al dialogo.

Decise le date del 19° SUQ Festival – Teatro del Dialogo, che si terrà dal 15 al 25 giugno, al Porto Antico di Genova, sul tema “Genti, il viaggio e la sosta”. Confermate le collaborazioni con Museo Luzzati e Chiesa di San Pietro in Banchi, per l’ospitalità degli spettacoli della Rassegna Teatro del Dialogo, che è sostenuta da Ministero per I Beni e le Attività Culturali e che ha beneficiato negli ultimi tre anni anche del contributo della Compagnia di San Paolo.
Tra le novità una Call teatrale destinata a giovani compagnie under 35, che verrà lanciata il 28 novembre p.v. (con scadenza 13 gennaio) per un progetto di drammaturgia contemporanea non ancora realizzato e che abbia per tema “il viaggio e la sosta”. Alla Compagnia vincitrice verrà garantito un contributo ed eventuale ospitalità per le prove, nonché l’inserimento di due rappresentazioni dello spettacolo nell’ambito del 19° Suq Festival.
Teatro, concerti internazionali, incontri con grandi personalità, laboratori e tante buone pratiche per l’ambiente, oltre al bazar dei popoli e alle 14 cucine differenti da assaggiare, saranno I consueti punti di forza di un Festival , che ha oltrepassato con slancio la boa dei 18 anni, e che – come mostra il sondaggio – è frequentato da un pubblico eterogeneo, molto attento al programma culturale, formato in maggior parte da giovani (il 40% fascia d’età 18/40 anni).

NESSUN COMMENTO