“Storie di uomini disorientati”: a Palazzo Ducale la presentazione dell’ultimo libro di Gustavo Espinosa

gustavo espinosa

Lunedì 10 ottobre, alle ore 18:00, nella Sala Camino di Palazzo Ducale si terrà la presentazione del libro di racconti “Storie di uomini disorientati” di Gustavo Espinosa, edito da Liberodiscrivere (Pagine 216; Prezzo 14,50 Eeuro). Il volume è disponibile sia in italiano che in spagnolo con il titolo “Historias de hombres desorientados”. Il protagonista di «Il guasto», racconto che apre la raccolta, non riesce a incontrare la donna che ama per via di un difetto sulla linea telefonica; Pablo, docente universitario, ricorre a un’inquietante terapia psichiatrica per tentare di rimediare agli errori del passato; Gerardo, imbarcato su una nave, cerca di adattarsi al cambiamento della propria relazione quando nel suo Paese ritorna la democrazia. Questi alcuni dei protagonisti del libro.

In atmosfere surreali e metanarrative care a suoi connazionali quali Jorge Luis Borges e Julio Cortázar, a suo agio sia con i toni del dramma, sia con quelli della commedia grottesca, Gustavo Espinosa racconta il maschio nella società odierna: perché se nell’ultimo secolo la condizione della donna è mutata e l’uomo moderno annaspa per ritrovare se stesso e il proprio ruolo, in ogni ricerca, se si perde la bussola, si può finire disorientati.

Alla presenza dell’autore interverranno: Laura Guglielmi (giornalista), Anne Serrano (docente universitaria, scrittrice, attrice), Sergio Badino (direttore della scuola di scrittura StudioStorie), Marco Rinaldi (attore e scrittore) e Antonello Cassan (editore).

Gustavo Espinosa è nato a Buenos Aires. Capitano di lungo corso, ha navigato per oltre 1.400.000 miglia marine, equivalenti a sette volte la distanza fra la Terra e la Luna. Ha vissuto in diverse parti del mondo e parla quattro lingue. In mare si comporta con grande competenza e si orienta con le stelle, ma sulla terraferma finisce per smarrirsi ed è, senz’ombra di dubbio, un uomo disorientato

Liberodiscrivere è un’associazione culturale edizioni senza scopo di lucro, che promuove la lettura e la scrittura. Una scelta controcorrente nata nel 2000 da un progetto dell’architetto Antonello Cassan. Tutela, per conto dell’autore, la paternità dell’opera e svolge l’attività di edizione, comunicazione, distribuzione destinata a promuoverne la lettura.Il metodo di lavoro di Liberodiscrivere è serio e meticoloso: solo dopo attenta lettura e valutazione del manoscritto, infatti verrà rivolta all’autore una proposta editoriale. L’autore o l’autrice riceveranno, via mail, una risposta motivata, anche in caso di diniego. Al giudizio positivo della redazione potrà seguire una proposta editoriale che comporterà, da parte dell’autore, un concorso alle spese iniziali di promozione, sotto forma di sponsorizzazione dell’associazione.

Per informazioni:
LiberodiScrivere
info@liberodiscrivere.it
redazione@liberodiscrivere.it
335.6900225

NESSUN COMMENTO