Scegliere il casco moto integrale e sicuro nonostante l’afa estiva

Motorradfahrer macht eine Pause

L’estate è senza dubbio la stagione prediletta degli amanti delle due ruote, sia per i veri e propri motociclisti che partono verso mete lontane, sia per gli scooteristi che ne fanno un semplice uso quotidiano. Chi davvero non riesce a resistere a salire in sella e sfruttare la comodità del mezzo, deve sempre mettere in conto il presupposto più importante, cioè quello della sicurezza in caso di incidente che, a differenza delle auto, mette a rischio l’incolumità di tutto il corpo e soprattutto della testa. Ma qual è la migliore garanzia per guidare in tutta tranquillità? Tra l’ampia gamma dedicata ai centauri, che siano più o meno rodati, la scelta più saggia e consigliata è certamente quella del casco moto integrale e sicuro, che garantisce una protezione completa a tutto il cranio minimizzando eventuali danni cerebrali in caso di caduta.

Con l’arrivo dell’estate spesso la sicurezza passa in secondo piano venendo soppiantata dal desiderio di comodità e freschezza, temendo che questo tipo di protezione non faccia altro che accentuare il senso di afa nelle giornate più calde. In realtà si tratta di una leggenda metropolitana, specie grazie ai materiali di ultima generazione che ottimizzano l’areazione al suo interno e sono modellati in forme più ergonomiche che abbracciano dolcemente tutta la testa. Le caratteristiche del casco moto integrale non solo rappresentano la sicurezza migliore in assoluto, ma lo rendono il più versatile per ogni condizione di viaggio sia nelle velocità medie che in quelle più elevate, rispondendo alle esigenze di qualunque motociclista.

A differenza di quelli aperti, che coprono la testa solo in modo parziale, un casco moto integrale si distingue per alcune peculiarità che non solo possono salvare la vita, ma minimizzano i danni e rendono il viaggio ancora più piacevole. Prima di tutto bisogna considerare la calotta, il guscio esterno che assorbe gli urti distribuendoli su tutta la sua superficie, da scegliere in base alla propria taglia affinché calzi come un guanto. Per migliorare la comodità nonostante la copertura totale, l’imbottitura si rivela un requisito davvero importante da valutare tra quelle gonfiabili (per le misure a taglia unica), estraibili o a linguette. Un’altra caratteristica da non sottovalutare è la chiusura, disponibile in diverse tipologie a seconda del tipo di moto e di guida, come quella a sgancio rapido per i veicoli da strada o quella a doppia D per gareggiare in pista. Chi teme di patire il caldo estivo, specie se deve intraprendere un lungo viaggio, può fare affidamento sulla ventilazione, che è sempre garantita dalle protezioni integrali grazie alle prese di ingresso d’aria, non solo per assicurare la respirazione ma anche per abbassare l’umidità e il possibile appannarsi della visiera. Un ultimo accorgimento da seguire è la marca produttrice: spesso i prezzi elevati sono sinonimo di qualità, ad esempio nell’impiego di materiali di nuova generazione che rendono il prodotto più robusto e al tempo stesso leggero da indossare.

Viaggiare in piena sicurezza su due ruote, godendosi completamente la stagione estiva e la brezza durante il viaggio è dunque possibile, senza dover scendere a nessun genere di compromesso.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEventi a Genova e in Liguria – lunedì 23 luglio 2018
Prossimo articoloEventi a Genova e in Liguria – martedì 24 luglio 2018
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO