Scacchi e business col Gran Maestro Roberto Mogranzini

L'attitudine mentale del giocatore di scacchi, la sua capacità di ragionare per schemi logici sono alcune delle caratteristiche che possono essere utili non solo nella vita ma anche nel mondo del lavoro e del business

Scacchi e business: ne parliamo col Gran Maestro Roberto Mogranzini, ligure d’adozione e uno degli autori del libro Scacchi & Management, edito da Il Sole 24 Ore.

Mogranzini è uno dei migliori giocatori di scacchi italiani e Fondatore e direttore dell’Accademia Internazionale di Scacchi di Perugia, scuola di scacchi che dal 2012 è stata insignita della qualifica di FIDE Academy titolo per il quale hanno la fortuna di fregiarsi solo 10 accademie nel mondo.

Scacchi e business

L’attitudine mentale del giocatore di scacchi, la sua capacità di ragionare per schemi logici sono alcune delle caratteristiche che possono essere utili non solo nella vita ma anche nel mondo del lavoro e del business.
Attraverso la metafora degli scacchi viene fatta formazione manageriale in quanto nel mondo aziendale di oggi, un mondo frenetico dove bisogna prendere decisioni, valutare le posizioni e fare una valutazione dei rischi, si ritrovano gli stessi schemi logici che deve spesso affrontare un giocatore di scacchi.

Scacchi e pandemia

In periodo di pandemia il gioco degli scacchi ha anche avuto una crescita di appassionati a causa della possibilità di giocare partite in casa on line e Roberto Mogranzini ha molto a cuore la crescita di questo gioco tra i più giovani ed è molto attivo nella sua “Università degli Scacchi”: UniChess è nata dall’esperienza lavorativa di diversi giocatori di scacchi, che dopo aver raggiunto altissimi risultati in ambito agonistico, hanno deciso di promuovere la passione per gli scacchi tra i giovanissimi.
Dopo oltre 15 anni di lavoro tra le più importanti scuole di scacchi, hanno scelto di esportare il modello di insegnamento con metodi innovativi e all’avanguardia.
UniChess, oltre ad insegnare e a diffondere la passione per gli scacchi, è anche organizzatrice di eventi scacchistici (agonistici e di promozione).

Scacchi ed E-Sports

Oggi gli scacchi sono annoverati anche tra gli E-sport, si sono quindi rotti gli schemi dello stereotipo dello scacchista di una certa età ed è diventato uno sport molto giovane tanto che in media in un torneo il 70% dei partecipanti non supera i 20 anni. La dimostrazione è data dai numerosissimi giovani su Twitch, la piattaforma video del momento, dove giocano in diretta non solo videogiochi come Fifa ed NBA ma anche giochi di strategia tra i quali gli scacchi.

Segui il Canale YouTube Ufficiale di ZenaZone

ZenaZone Business

Unichess.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteClass Action, le novità del 2021
Prossimo articoloLa macchia diventa performance: intervista a Julian Tiscione
Nato nel 1969 a Genova, ingegnere, uno dei due soci di Zenazone e co-fondatore di Zenazone.it - Autore di oltre 170 video itinerari turistici in tutta Italia con il format Eats&Travels - Videomaker Ambassador Traipler - Oltre 1.000 fotografie nello stock photography - Inserito nel programma Google Street View - Realizza strategie di Web Marketing e Video Web Marketing

NESSUN COMMENTO

RISPONDI