Riconoscere il conto deposito migliore per il tuo patrimonio

Conto Deposito Migliore

Una buona strategia per aumentare il valore del proprio denaro, invece di tenerlo fermo in un qualsiasi conto corrente, è quella di farlo fruttare in modo ponderato, cioè di ottenere un effettivo guadagno in relazione alla somma investita. Si tratta di un’operazione sempre più diffusa e variegata nell’offerta all’utente, in modo da venire incontro alle esigenze e soprattutto alla disponibilità finanziaria di ognuno. Questo fattore permette sì di avere più scelte a propria disposizione, ma suggerisce anche di prestare la massima attenzione per evitare di rimetterci nel lungo termine. Per scegliere il conto deposito migliore e più adatto alle proprie necessità bisogna prima di tutto capire cosa comporta e in cosa si differenzia da quello tradizionale.

Come qualsiasi investimento, prima di tutto prevede un costo iniziale che è pari alla cifra che si intende far fruttare. In secondo luogo, bisogna tenere conto che nella maggior parte dei casi più si desidera investire – e di conseguenza guadagnare in modo esponenziale – tanto più aumentano i vincoli a cui sottostare. Ciò significa che una volta versato il denaro, difficilmente lo si potrà per così dire “toccare”, ritirare o spostare altrove.

A seconda del reddito che si intende ottenere, si può scegliere tra due formule differenti che permettono di scegliere la tipologia di conto deposito migliore per la propria situazione finanziaria. Nel primo caso si tratta di quello libero, in cui il denaro viene depositato sul conto, ma può essere prelevato in qualsiasi momento. E’ il conto deposito ideale per coloro che vogliono avere una somma disponibile nel caso di imprevisti di varia natura. In alternativa, si può scegliere quello vincolato: si decide di vincolare le somme per un periodo di tempo predefinito e non possono essere prelevate prima della scadenza naturale del vincolo. Alcune banche consentono lo svincolo anticipato delle somme, ma potrebbero essere previste delle penali. Inoltre, esistono diverse tipologie di cedole per la corresponsione degli interessi (trimestrale, semestrale, annuale, a scadenza…) . Generalmente, queste forme di investimento hanno una durata che può raggiungere i 36 mesi (quindi pari a 3 anni),  e in alcuni casi superarli arrivando anche a 120 mesi. Alla fine di questo periodo, si può scegliere se ritirare l’importo comprensivo degli utili, oppure se reinvestire il totale per ottenere un rendimento maggiore rispetto a quello iniziale.

Al giorno d’oggi è facile trovare il conto deposito migliore in base alle proprie esigenze, essendo un settore fortemente concorrenziale e che quindi presenta una grande varietà di scelta. I proventi legati a questo genere di attività sono sempre proporzionali alla cifra iniziale: ciò significa che a una somma media investita corrisponde un introito altrettanto medio. Secondo lo stesso principio, però, il guadagno non deve nemmeno essere eccessivamente basso, ma quindi equilibrato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Segno del Comando presenta il nuovo album “L’incanto dello zero” a La Claque
Prossimo articoloEventi a Genova e in Liguria – venerdì 9 novembre 2018
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO