Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano. Flora e fauna con pavoni e conigli per i più piccoli

Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano è molto ben tenuto, le piante sono curate e perfino a dicembre è possibile trovare diversi fiori, come dimostra il video stesso.

Era conosciuto come “il parco dei pavoni”, da qualche tempo si è aggiunta una nutrita colonia di conigli selvatici molto socievoli che sono la gioia dei bambini e la preoccupazione dei padroni dei cani che devono convincerli … che quello non è il loro Paradiso!

Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano
Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano

Parco Negrotto Cambiaso è molto ben tenuto, le piante sono curate e perfino a dicembre è possibile trovare diversi fiori, come dimostra il video stesso.
Una delle due oasi verdi di Arenzano insieme a Villa Figoli, di dimensioni decisamente inferiori.

Alla fine del lungo viale d’ingresso, dietro al laghetto, si trova Villa Negrotto Cambiaso, un edificio di fine Ottocento che prende il nome dalla marchesa Matilda Negrotto Cambiaso, sua proprietaria nel XX secolo, oggi sede del municipio di Arenzano.

La struttura è stata recentemente restaurato e sono ben visibili, in alto, e gli stemmi con i nomi di importanti famiglie dell’epoca

Dietro alla villa, nel lato ovest del parco, si trova un “borgo medievale” ottenuto in origine ristrutturando e decorando con elementi in stile medievale come merli e torrette alcuni edifici preesistenti. Ancora oggi è raggiungibile dalla villa percorrendo un sentiero che ricorda un cammino di ronda lungo delle mura difese da garitte di avvistamento.

Numerose sono le tipologie di piante tra cui magnolie, canfore, platani, alcune specie di palme e un monumentale cedro del libano situato che si trova nella zona sud del parco.

Se cerchi altri video dedicati alla Liguria seguici sul canale YouTube ufficiale

Se cerchi una sistemazione per un soggiorno ad Arenzano puoi fare affidamento al servizio di prenotazioni on line di Booking.



Booking.com

NESSUN COMMENTO