A Palazzo della Meridiana si ricorda Faber con “Le poesie di Fabrizio De André”

de andre

Martedì 21 febbraio, alle ore 17:30, l’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana organizza, con il patrocinio della Regione Liguria e del Comune di Genova, un evento dedicato a Fabrizio De Andrė dal titolo “Le poesie di Fabrizio De André”. Lo scopo principale dell’evento è quello di ricordare e non far disperdere, soprattutto tra le nuove generazioni, il patrimonio culturale che i cantautori liguri del ‘900 hanno espresso in Liguria e nel mondo e più in generale di proporre un nuovo modo per stimolare più persone alla lettura della poesia.

Interverranno:
Davide Viziano – Presidente Associazione Amici di Palazzo della Meridiana
Ilaria Cavo – Assessore alla cultura della Regione Liguria
Miro Renzaglia – Autore del volume “De André, maledetti poeti” Circolo Proudhon Edizioni
Oscar Prudente – Cantautore, musicista e produttore discografico
Renato Tortarolo – Giornalista

E’ previsto un intermezzo di recitazione di poesie a cura della Scuola Mariangela Melato del Teatro Stabile e di musica a cura di Mariagiulia Mensa voce, Julyo Fortunato contrabbasso, Gioele Mazza chitarra. Saranno inoltre esposti i ritratti a matita di Elisa Carbone da cui sono tratte le copertine della collana PreTesti.

Ingresso Libero.

Per informazioni:
010 2541996
segreteria@palazzodellameridiana.it
www.palazzodellameridiana.it

CONDIVIDI
Articolo precedente“Numero Zero”: il nuovo abbonamento teatrale per 4 spettacoli allo Stabile e all’Archivolto
Prossimo articoloEventi a Genova e in Liguria – mercoledì 1 marzo 2017
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO