A Palazzo Bianco un tuffo nella moda con la mostra “Dai figurini al fashion design: comunicare e progettare la moda” -fino al 30 aprile

Giovedì 6 dicembre alle 16:30 a Palazzo Bianco vengono inaugurati due eventi dedicati al mondo dei tessuti e della moda:la mostra “Dai figurini al fashion design. Comunicare e progettare la moda”, che durerà fino al 30 aprile 2019, e un nuovo percorso permanente dedicato ai pizzi, “Dal nodo all’ago. La via del merletto“.

La mostra, curata da Loredana Pessa e Gabriella Campanella, con la direzione artistica di Elisabetta Agostino,  propone un percorso attraverso gli abiti e gli accessori di moda delle Collezioni Tessili Civiche, che sono presentati  in stretto collegamento con una serie di  riviste di moda stampate in un arco di tempo che va dal XVIII al XX secolo, e con incisioni e figurini provenienti dal Fondo Pipeìn Gamba del Centro DOCSAI che nelle varie epoche  sono stati utilizzati per divulgare le nuove fogge vestimentarie o come supporto per la loro realizzazione materiale.

Un itinerario attraverso tre secoli di eleganza femminile e maschile, sottolineando l’importante funzione svolta dalle opere grafiche, non solo nella diffusione capillare delle varie correnti di  gusto nel mondo occidentale, ma anche come anticipazione di uno dei più esclusivi mestieri della moda contemporanea, quello del fashion designer.

Parte integrante dell’iniziativa è un progetto realizzato in stretta collaborazione tra le Collezioni Tessili dei Musei di Strada Nuova, da un lato, l’Istituto di Moda TIFDI (The Italian Fashion Design Institute) di Savona e il Liceo Artistico Klee-Barabino di Genova dall’altro. I giovani stilisti hanno realizzato dei “book” con figurini che saranno presentati in mostra: alcuni abiti verranno realizzati e una volta ultimati saranno protagonisti di una sfilata prevista nel mese di aprile, nella prestigiosa cornice del giardino di Palazzo Bianco.

Contemporaneamente alla mostra viene aperta al pubblico una nuova esposizione permanente dedicata ai pizzi. L’importante raccolta di merletti, che va dai macramè liguri, ai pizzi ad ago veneziani cinquecenteschi, dai merletti a tombolo fiamminghi alle delicatissime trine settecentesche, costituisce una delle sezioni più significative delle Collezioni Tessili e viene esposta al pubblico all’interno di dieci cassettiere che ospitano cinquanta cassetti, facilmente apribili da parte dei visitatori.

Da sottolineare la presenza, accanto al consueto apparato didattico, di un libro interattivo, appositamente creato, da sfogliare in loco grazie all’installazione di una postazione dotata di tablet e monitor, che consentirà di esplorare  tutte le potenzialità e i livelli di lettura di questi autentici gioielli di filo. Il libro, contenente, oltre alle immagini interattive anche due video, conduce il pubblico alla scoperta delle origini e delle principali tecniche e tipologie di merletti prodotti in Europa tra XVI e XIX secolo.

Info:
0102759185

Inaugurazione: 6 dicembre, ore 16.30

ORARIO INVERNALE (9 ottobre – 24 marzo)
dal martedì al venerdì 9-18.30
sabato e domenica 9.30-18.30
Chiuso: lunedì

ORARIO ESTIVO (26 marzo – 6 ottobre)
da martedì a venerdì 9-19
sabato e domenica 10-19.30
Chiuso: lunedì

NESSUN COMMENTO