Nel borgo di Orero a Serra Riccò si aspetta il Natale con il Presepe nel paese delle favole

presepe nel paese delle favole

A partire da giovedì 8 dicembre il tranquillo borgo di Orero a Serra Riccò si trasforma per ospitare il Presepe nel Paese delle Favole aperto tutti i giorni. Il paese è facilmente raggiungibile dai caselli autostradali di Genova Bolzaneto o Busalla ed è posto lungo il percorso del Trenino di Casella, fermata Bado/Canova. Il tranquillo borgo di Orero si trasforma nel paese incantato delle favole. Ogni casa ospita magicamente i più famosi personaggi delle fiabe tra cui: Cappuccetto Rosso, la Bella Addormentata nel Bosco, i Musicanti di Brema, Cenerentola, Biancaneve, La Bella e la Bestia, Aladino e tanti altri ancora.

Sono oltre trenta le favole ambientate lungo un facile percorso che si snoda tra giardini, cantine, villette, taverne, cascine per valorizzare l’abitato posto sul valico appenninico più basso d’Italia. Novità di questa edizione è l’ambientazione della natività: la cappella di San Rocco ospiterà la ricostruzione della scuola del paese con gli arredi originali, carte geografiche, testi scolastici e quaderni dell’epoca scritti con il pennino. L’occasione consentirà anche di conoscere la figura di suor Maria Assunta Oliveri, insegnante in paese per circa 40 anni. Insieme prosegue il lavoro volto a valorizzare le opere della scrittrice Beatrice Solinas Donghi cittadina onoraria di Serra Riccò con l’ambientazione del celeberrimo Fantaghirò e la collaborazione per lanciare il concorso letterario “Il Paese delle Fiabe” rivolto a ragazzi fino ai 14 anni. I vincitori saranno premiati a maggio in un vero Castello delle Fiabe a San Cipriano ed i loro racconti saranno inseriti in una pubblicazione dedicata da parte del Comune di Serra Riccò. L’originale quadro della natività rimane fedele alla tradizione genovese del presepe: ambientato nella Cappella dedicata a S. Rocco mostra un quando di vita dell’entroterra all’inizio del secolo scorso.

Gli organizzatori spiegano che la visita alla Casa di Babbo Natale rimane uno dei momenti più affascinanti. I bambini potranno entrare per incontrare il generoso nonnino alle prese con la confusione dei regali, consegnare di persona le preziose letterine e salire sulla slitta pronta a partire alla ricerca dei bimbi buoni in ogni angolo del mondo. Gli abitanti del paese, come ormai tradizione, organizzeranno piccoli presepi su davanzali, tavoli, nicchie mentre è possibile rifocillarsi nel punto ristoro ricavato da un edificio storico del paese. Il restauro del locale, reso possibile dalle offerte dei visitatori, ha consentito di proporre gli ambienti austeri dove un tempo si svolgeva la vita di campagna.

Ogni fine settimana il percorso sarà valorizzato da interessanti iniziative quali concerti natalizi, visite guidate, mercatini artigianali, degustazioni di prodotti. In particolare venerdì 6 gennaio è in programma il Raduno delle befane con la partecipazione delle Befane Canterine mentre domenica 8 gennaioViva la banda di Babbo Natale”: melodie della tradizione natalizia e canzoni delle favole a cura della Banda Musica della S.O.C. N.S. della Guardia di Pontedecimo.

Un appuntamento speciale è la visita guidata pomeridiana riservata agli utenti della Ferrovia Genova Casella nelle giornate del 26 dicembre e del 1 e 6 gennaio.

Il presepe delle fiabe è un’iniziativa nata dalla collaborazione tra l’associazione Sacrabandu asd ed il Comune di Serra Riccò per valorizzare l’Entroterra genovese proponendo un facile percorso a soli 20 minuti di auto da Genova, ideale per trascorrere un pomeriggio di festa in famiglia alla ricerca della tradizioni natalizie, delle località tipiche e delle curiosità.

NESSUN COMMENTO