Il lungo fine settimana al Count Basie Jazz Club: la programmazione delle serate

count-basie

La programmazione stagionale prevede come sempre tante serate a ingresso libero: sono quella dedicate alle jam session con il giovedì “Happy jazz” e il venerdì “Enjoy the blues”, spettacoli unici di divertimento e scambio sia per il pubblico che per tutti i musicisti genovesi, sempre con la grande qualità targata Count Basie Jazz Club. Il sabato è invece dedicato ai grandi concerti con molti artisti del panorama nazionale e internazionale, con il giusto spazio ai nuovi talenti. La domenica aperture straordinarie con gli eventi speciali.

Giovedì 10 novembre, ore 21.30: Happy Jazz feat. Livio Zanellato – concerto & jam session jazz  
Ingresso libero + tessera arci
Tutti i giovedì al Count Basie è Happy Jazz: una serata dalle eleganti atmosfere jazz con la magia della jam session. Dopo il concerto di apertura, come di consueto il palco è aperto a tutti i musicisti e cantanti jazz e il pubblico potrà godere della straordinaria atmosfera delle “amicizie musicali” in compagnia di un drink e con la qualità musicale targata Count Basie.
Open band: Livio Zanellato – Sax Tenore, Contralto, Baritono, Flauto, Luca Terzolo – Piano, Massimiliano Rolff – Contrabbasso, Matteo Pinna – Batteria.
Dalle 23.00: Happy Jazz! Con la guida di Livio Zanellato e dello staff, si alterneranno sul palco i tantissimi musicisti amici e soci: un palco aperto a tutti gli effetti con una passerella di artisti nostrani tutta da vivere e condividere all’insegna dell’amicizia e della “convivialità culturale”.

Venerdì 11 novembre, ore 21.30: Enjoy the blues – concerto di Fabio Taddei Trio e jam session
Ingresso libero + tessera arci
Tutti i venerdì al Count Basie c’è Enjoy the blues: il grande divertimento del blues suonato insieme per una serata ricca di energia dove esplodono le vibrazioni della musica dal vivo.
La serata prevede un concerto di apertura e poi la jam session. La jam è una passerella di musicisti che, con la guida del direttore della jam, offre una serata sempre imprevedibile e in cui pubblico e artisti, insieme, condividono qualità e divertimento in pieno stile Count Basie Jazz Club!

Sabato 12 novembre, ore 21.30: “Elettricità” – Mamasuya/Faber feat. Stefano in concerto
Ingresso 10 euro + tessera arci
Johannes Faber – Tromba, Stefano Guazzo – Sax Soprano e Sax Tenore, Matteo Cerboncini – Chitarra e Voce, Nicola Bruno – Basso elettrico, Stefano Resca – Batteria. Il gruppo Mamasuya nasce nel 2009 dalla testardaggine di Stefano Resca che ha contagiato in questo progetto indefinibile l’estro di Matteo Cerboncini ed il genio pacato di Nicola Bruno per un mix di rock psichedelico e black music che si può ascoltare nel primo, eponimo album datato 2011 (Mamasuya, Ultrasound Records). Dopo molti concerti, prove, cene ispiratrici e intuizioni folgoranti è arrivato nel 2012 l’incontro con il musicista tedesco Johannes Faber, sfociato nella produzione dell’album “Mexican Standoff” uscito a inizio 2016 per INRI Records. Questo disco amplia le concezioni già presenti al debutto, grazie all’utilizzo della tromba e delle tastiere, arrivando in territori psichedelici pregni di una forte caratterizzazione immaginifica con molti rimandi alla musica contemporanea.
Entrambi gli album hanno ricevuto entusiastiche recensioni in Italia e all’estero ed è in questo clima di musicalità “totale” che è avvenuto l’incontro con il sassofonista Stefano Guazzo, con cui si è generato il concerto denominato “Elettricità”. Le armonizzazioni a più voci possibili con 5 strumenti la fanno da padrone; il repertorio si compone di brani inediti tratti dai due album dei Mamasuya e/o dal catalogo di Johannes Faber e da musica composta da artisti di riferimento del XX secolo, da Miles Davis a Charlie Chaplin, il tutto in versione rigorosamente elettrica e con pochissimi (o nulli) interventi vocali. Maggiori info su: http://www.countbasie.it/schedadb.php?id=1459

Domenica 13 novembre, ore 21.00: The Invitation, songs inspired by Rumi
Ingresso 10 euro + tessera arci
Concerto nella Via del Cuore
Prayan Mariangela Bettanini – Piano e Voce
The Invitation”, è un concerto nella Via del Cuore, una selezione di dieci canzoni in inglese ispirate dalle poesie di Rumi, il Poeta Sufi dell’Amore. Prayan ci restituisce il mondo di Rumi attraverso la meditazione, il canto, le note asciutte e intense del suo pianoforte e la sua voce che, prima di cantare, propone di ogni poesia la traduzione in Italiano perché il messaggio arrivi alla mente ed al cuore dello spettatore. Mevlana Jalal ad-Din Rumi ispirò nei secoli migliaia e migliaia di persone con la sua visione che la nostra relazione col Divino sia un percorso d’amore. Lasciò al mondo dei versi meravigliosi, poesie da cui Prayan ha ricevuto l’ispirazione e che sono state da lei scelte per una sua “risonanza interiore”, per la loro bellezza o la loro coralità.
Originariamente in persiano, le poesie sono state selezionate da Prayan nella traduzione del poeta contemporaneo Coleman Barks che, grazie al suo linguaggio moderno, ha reso Rumi il poeta oggi più letto negli Stati Uniti. La sequenza dei brani fluisce in un “continuum musicale” fatto di tonalità e atmosfera quasi una “suite”.
Dieci brani, trentotto minuti: più o meno la misura di un vecchio ellepì. Le grandi magie delle note a volte hanno bisogno di poco spazio temporale, per manifestarsi. (..) Un ponte tra Laura Nyro e il Battiato più intenso, qui.” – Guido Festinese – “Alias”
Congratulations for your new recording (the fruits of the Center!) Very nice, very emotional and clear. Full of beautiful messages…!Omar Faruk Tekbilek, Best Artist of the Turkish Music Award 2003

L’Associazione Count Basie organizza circa 150 eventi di sola musica live all’anno senza contributi pubblici né privati ma con la sola forza dei soci: realtà unica nella storia della musica in Liguria. L’anima fervida del Count Basie sono i soci attivi, ogni anno più numerosi, coinvolti dalla causa, che a titolo volontario, e organizzati in comitati di attività, investono spirito e tempo per mantenere questa “chicca” dove la cultura musicale diventa “aria di casa”. Il locale si trova all’interno delle fondamenta dell’antico convento di santa Brigida che risale al 1400, in Vico Tana sulla scalinata di Santa Brigida: una della zona storiche genovesi per la quale il locale, che è un circolo Arci, rappresenta un importantissimo punto di riferimento culturale e sociale.

Il Count Basie è uno spazio libero, familiare e aperto a sperimentazioni e progetti condivisi in una sede di grande valore storico e architettonico, quale è l’antico convento di Santa Brigida. Perché pensiamo che l’incontro e l’educazione culturale siano un buon antidoto all’omologazione imposta dai fenomeni di massa; crediamo nella bellezza, nella socialità e nella partecipazione per la crescita culturale e civile; rifiutiamo discriminazione, violenza, degrado ed emarginazione; sosteniamo le professioni artistiche con un “palco condiviso” e con un’accurata offerta per gli appassionati.

Fiore all’occhiello dell’Associazione è la sua sezione di didattica musicale laboratoriale per i soci: il Count Basie Lab, che organizza da molti anni corsi di musica d’insieme: il primo livello a cura di Gianluca Tagliazucchi (lunedì sera) e il secondo livello con Stefano Riggi (mercoledì sera); non mancheranno poi le consuete prestigiose masterclass con grandi artisti:
MASTERCLASS con Furio Di Castri “IMPROVVISAZIONE E COMPOSIZIONE”
domenica 20 Novembre 2016 con speciale concerto a seguire. http://www.countbasie.it/schedadb.php?id=1498
http://www.countbasie.it/scheda_artista.php?id=796

Count Basie è sempre cultura a tutto tondo, come conferma il grande spazio offerto alle arti visive con il progetto Count Basie Art Room che ospita mostre e exhibit degli artisti soci, con quel tocco in più che gli accoglienti ambienti in pietra, archi e luci soffuse del Count Basie sanno dare.

Count Basie Jazz Club
345 2650347
info@countbasie.it

NESSUN COMMENTO