Le Orme, Delirium e Alter Echo al Palco sul Mare Festival 2016

ORME foto ufficiale

Venerdì 29 luglio, dalle ore 21:30, in piazza delle Feste al Porto Antico la musica rock incontrerà il classico con le due band storiche del prog italiano e un quartetto d’archi tutto al femminile: durante la serata, infatti, si esibiranno Le Orme, i Delirium e le Alter Echo in occasione del Palco sul Mare Festival 2016.

Le Orme sono uno dei gruppi italiani più amati e importanti, tra i più conosciuti anche all’estero. Sono nati nell’era beat e rappresentano un simbolo degli anni ’70. Nel 2016 ricorre il 50esimo anniversario dalla fondazione; per festeggiare questo importante traguardo la band ha voluto rendere omaggio a uno degli album più significativi della loro lunga carriera, Felona & Sorona Tour è una rivisitazione con nuovi arrangiamenti e nuove sonorità dell’album
originale del 1973 ed è uscito nella doppia versione italiano/inglese. Le Orme sono impegnate in una tournèe in Italia ed Europa in cui proporranno dal vivo più di 2 ore dei loro maggiori successi. I brani che presenteranno sono stati scelti dai fan che hanno votato sul web la scaletta del concerto. La formazione sarà quella classica con tre musicisti sul palco: Michi Dei Rossi (membro storico della band) alla Batteria, Michele Bon (con Le Orme dal 1990) alle Tastiere, Organo MBIII, Piano, Synth, Alien (Guitar Simulator) e Cori, Fabio Trentini (dal 2009) alla Voce, Basso, Chitarra 12 Corde, Chitarra Acustica 12 Corde e Bass Pedal. In occasione del concerto, verrà stampata una t-shirt celebrativa dell’evento in 50 copie numerate. Chi prenoterà almeno due biglietti tramite il sito del fan club de Le Orme, riceverà in omaggio la t-shirt celebrativa; inoltre, i primi 20 che acquisteranno il biglietto sul sito de Le Orme, potranno acquistare una copia del doppio CD Felona e/and Sorona al prezzo SPECIALE di € 15,00 (si
tratta della versione GOLD in tiratura limitata di 999 copie numerate. Il cd è già esaurito nei negozi e Le Orme metteranno a disposizione dei fans le ultime 20 copie rimaste)

I Delirium portano sul palco brani storici e classici tratti da Viaggio negli Arcipelaghi del Tempo e dal loro ultimo lavoro L’era della menzogna, eseguiti in una nuova veste. Gli anni ’70 hanno rappresentato il decennio della loro massima attività, con la pubblicazione di tre album (Dolce acqua – 1971, Lo scemo e il villaggio – 1972, Delirium III – 1974), la partecipazione al Festival di Sanremo e a Un disco per l’estate del e diverse manifestazioni di musica pop in Italia ed Europa. Hanno riscosso un grandissimo successo grazie alle sonorità equilibrate tra rock, folk e jazz, consacrandosi al grande pubblico con Jesahel, un brano che diventa un grande successo di vendite e una delle canzoni più diffuse e conosciute della storia della musica italiana. La formazione è composta da Ettore Vigo (tastiere, voce), Martin Grice (flauto, sax, tastiere, voce), Fabio Chignini (basso, ukulele, cori), Alfredo Vandresi (batteria, percussioni, synth), Alessandro Corvaglia (voce), Michele Cusato (chitarra elettrica).

La serata sarà aperta dalle Alter Echo, un quartetto che nasce sui palchi della tournée Opera Seconda dei Pooh; dopo aver girato l’Italia con artisti come Bocelli, Allevi e Mario Biondi, hanno deciso di proporre una formazione classica da camera al servizio della musica classica e pop.

Ingresso: prevendita 12,00 Euro + dopo, la sera del concerto 15,00 euro.
Posti a sedere
Ingresso gratuito per gli under 16

CONDIVIDI
Articolo precedenteConferenza itinerante sulla promenade a mare: da corso Italia alla Foce
Prossimo articolo“Stavolta mia moglie mi manda a funk”, la cover band in concerto a Loano
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO