“Lavoro e salute mentale: nuove rotte per nuovi viaggiatori. I prossimi vent’anni” il convegno a Palazzo Tursi

Lavoro e Salute Mentale

Mercoledì 18 aprile, dalle ore 9:30, il Salone di Rappresentanza a Palazzo Doria Tursi ospiterà il convegno “Lavoro e salute mentale: nuove rotte per nuovi viaggiatori. I prossimi vent’anni“. A 23 anni dal suo avvio, il Programma BUS Salute Mentale, promosso da UCIL – Ufficio Coordinamento Inserimenti Lavorativi, mantiene la promessa che il Comune di Genova fece suo tempo, inserendo de facto i pazienti psichiatrici nel processo destinato all’integrazione sociale attraverso il lavoro, fino ad allora rivolto solo ad altri tipi di utenza.

Oggi il programma è un’opportunità per ogni individuo affetto da disturbi mentali, il cui progetto terapeutico includa un intervento di riabilitazione attraverso il lavoro. E’ un modello specialistico in grado di attivare percorsi individualizzati, diversificati per gradualità e durata, stato di salute, esperienze formative e lavorative pregresse, anamnesi personale, cultura del lavoro e storia clinica.

Con l’intento di perseguire l’obiettivo di promuovere tale inclusione sociale, il progetto affronta, e dovrà sempre più considerare, l’evoluzione inevitabile  e il conseguente  adattamento  all’emersione dei cosiddetti  nuovi bisogni, determinati dall’andamento del mercato del lavoro,  dal nuovo panorama clinico e diagnostico, dall’età  delle persone afflitte da sempre più precoci esordi  psicopatologici, dai nuovi pazienti generati  dalla crisi economica globale, dal fenomeno migratorio e dalla necessità d’ implementare  una diversa filosofia aziendale, sostenendo concretamente le aziende non solo ad ottemperare alle norme ma a valorizzare le risorse che  dipendenti con disabilità psichiatrica rappresentano.

Il convegno “Lavoro e Salute Mentale: nuove rotte per nuovi viaggiatori. I prossimi vent’anni”, che avrà luogo a Genova Mercoledì 18 aprile a Palazzo Doria Tursi, vuole essere un’opportunità di confronto per tutti coloro che collaborano, che ispirano e che utilizzano il servizio. Un’occasione per segnare ancor più chiaramente la rotta che permette all’individuo di evolvere da paziente a persona.

Il programma della mattinata prevede, dopo i saluti iniziali di Francesca Fassio – Assessore alle Politiche educative e dell’istruzione, alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Genova, gli interventi di Luigi Bottaro – Direttore Generale ASL 3 Genova, Milly Palomba – Responsabile UCIL, Marco Vaggi – Direttore Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze ASL 3 Genova, Irene Parmentola e Corrado Roncallo – Operatori Programma  BUS Salute Mentale UCIL, e successiva proiezione di videobox.

A seguire, nel corso della giornata, cinque simposi tratteranno diversi temi: Lavoro e  Autismo, Disability Management, Giovani e Salute Mentale, Crisi economica e salute mentale, Nuove migrazioni. E’ inoltre previsto il  focus speciale “Per un’occupazione di cittadinanza”.

A conclusione dei lavori, un momento di riflessione con la performance “Lavoratori Extra-Ordinari” a cura del Gruppo Teatrale Stranità – Teatro dell’Ortica, con la regia di Anna Solaro.

I naturali destinatari del Convegno sono il personale socio-sanitario e le Agenzie di promozione del lavoro, ma l’evento è aperto a chiunque possa essere interessato per motivi personali, professionali o di studio.

La partecipazione è gratuita, accessibili anche singoli simposi. Posti limitati, è obbligatoria l’iscrizione.

Per informazioni, iscrizioni e consultazione del programma completo del convegno consultare il sito: www.comune.genova.it/content/inserimenti-lavorativi-ucil/

NOTA: Al termine del convegno sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Sono stati richiesti i crediti all’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali.

Segreteria organizzativa:
Paola Icardi
Cooperativa Solidarietà e Lavoro
348.4417932
convegnoucil@solidarietaelavoro.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteNoleggio auto a lungo termine: curiosità e vantaggi
Prossimo articoloEventi a Genova e in Liguria – sabato 28 aprile 2018
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO