Che cos’è la meditazione? È un modo per padroneggiare il nostro Io, per conoscere noi stessi e per prendere coscienza di tutte le qualità che ci appartengono, e che possono renderci delle persone migliori e maggiormente auto-consapevoli.

meditazione
La meditazione

Ma la meditazione è anche tendenza, dato che sempre più spesso se ne sente parlare per via di questo o di quel VIP: come ad esempio David Lynch, il regista noto per il suo essere visionario, da sempre grande appassionato di meditazione indiana.
E quando la meditazione viene sponsorizzata da personaggi così importanti, ecco che emerge in noi una curiosità innata che ci spinge a provarne i benefici sul nostro corpo e sulla nostra mente. Se anche voi sentite questa tentazione, in questo articolo troverete degli utili consigli per iniziare con la meditazione.

Cos’è la meditazione?

Non è affatto facile dare una definizione di meditazione, soprattutto perché è raro che la cultura occidentale possa comprendere appieno qualcosa che proviene dalle culture orientali, decisamente lontane dalla nostra. Per capire cos’è la meditazione, dunque, dovete innanzitutto comprendere che la vostra mente può essere utilizzata come una palestra: al suo interno, troverete infatti tutti gli attrezzi per poter potenziare la vostra coscienza, e per poter approcciare la vita in modo più sano e soddisfacente.
La meditazione dunque non è una via di fuga verso un mondo immaginario, ma un viaggio con andata e ritorno, che deve servirvi per conoscervi e per utilizzare le vostre innate qualità a beneficio della vita di tutti i giorni.

Come meditare?

Esistono siti che insegnano come meditare grazie a dei semplici consigli, ad esempio meditazioneavanzata.com. E’ innanzitutto importante notare come le tecniche di meditazione non sono tutte uguali. Il primo passo è cominciare a familiarizzare con esse, imparando che esistono sostanzialmente due filoni fondamentali: la focalizzazione ed il monitoraggio.
La focalizzazione ci consente di cominciare a meditare concentrandoci su qualcosa di specifico, come ad esempio la respirazione, le immagini o una certa parte del nostro corpo: questa tecnica ha lo scopo di potenziare la capacità di concentrazione, proprio perché tenere la mente focalizzata su un obiettivo non è mai facile, e si impara con il tempo e con l’esercizio.
Infine, il monitoraggio: la suddetta tecnica di meditazione vede lo scorrimento libero dei pensieri nella nostra mente, che noi cominceremo a monitorare in modo oggettivo. Così facendo, impareremo a distinguere ciò che conta realmente, e ciò che è solo frutto delle nostre infondate preoccupazioni.

Quali sono i benefici della meditazione?

Lo scopo principe della meditazione lo abbiamo appena visto: la creazione di uno stato mentale in equilibrio consente di approcciare la vita in modo fruttuoso e positivo, scaricando via lo stress e rimpicciolendo quelle preoccupazioni che invece ci appaiono gigantesche.
Ma la meditazione aumenta anche la creatività dell’individuo, l’empatia verso il mondo e le persone che ci circondano, e persino l’intelletto.
In altri termini, meditare ci aiuta a comprendere noi stessi, a comprendere gli altri e a potenziare le nostre funzioni cognitive, finalmente libere dai vincoli generati da ansia, stress e paranoie derivanti dalla scarsa stima verso noi stessi.

NESSUN COMMENTO