Itinerario a Genova, da Sant’Ilario alla Chiesetta di San Rocco

Abbiamo deciso di lasciare l'auto a Sant'Ilario per poi raggiungere la Chiesa di San Rocco a piedi, è un pezzo di strada che è stato valorizzato e inaugurato nel 2008

Iniziata la primavera non si sono fatte attendere le prime belle giornate, e cosa c’è di meglio di una passeggiata sulle immediate alture di Genova? abbiamo scelto un itinerario da Sant’Ilario a San Rocco.

La temperatura mite favorisce le camminate, non fa ancora troppo caldo e i sentieri sono ben segnalati, percorriamo così con Michela un tratto di quello che è segnalato come l’Itinerario Storico Colombiano.

Itinerario da Sant’Ilario a San Rocco

Abbiamo deciso di lasciare l’auto a Sant’Ilario per poi raggiungere la Chiesa di San Rocco a piedi, è un pezzo di strada che è stato valorizzato e inaugurato nel 2008.

La vegetazione ligure, con ulivi, castagni, piante da frutto, le creuze tipiche, i muretti a secco, non manca nulla per immergersi in uno scenario da cartolina.
Se volete passare cinque minuti con noi in Liguria … il video è quello giusto!

Una volta arrivati a San Rocco partono diversi sentieri, noi abbiamo fatto un pezzo di quello che ritorna in città, in via Donato Somma a Nervi e un pezzo di quello che porta dalla Chiesa di San Rocco a Santa Maria Maddalena, un sentiero che collega due chiese e permette, proseguendo, di arrivare ai laghetti nascosti di Nervi, conosciuti anche come Laghetti del Beo Grande.

Abbiamo avuto la fortuna di trovare la Chiesetta di San Rocco aperta, in ogni caso è sempre possibile vedere l’interno da fuori attraverso le grate.

La piazzetta dove si trova la chiesa si trova a circa 200 metri sul livello del mare ed è un minuscolo borgo con un panorama mozzafiato sul golfo e Nervi con il Monte di Portofino sullo fondo, dalla parte opposta si vedono invece il Monte Fasce e il Monte Moro.

Pensate che la Chiesa fu eretta in seguito alla pestilenza del 1350 e fu usata come lazzareto anche durante la pestilenza successiva, quella ancora più conosciuta del 1656. L’altare in marmo e la pala che raffigura San Rocco sono invece del 1749.

Ci sono anche due Madonne: l’altare laterale dedicato alla Madonna di Lourdes è del 1894 e quello della Madonna della Guardia è del 1942.

Il 16 agosto qui si celebra la festa di S.Rocco ma gli abitanti organizzano anche altri eventi per far rivivere le antiche tradizioni e permettere ai genovesi di conoscere questo angolino di Liguria davvero speciale.

Note
Per fare il pezzo da Sant’Ilario a San Rocco, ma anche per procedere lungo la creuza verso via Donato Somma se la giornata è soleggiata e non ha piovuto nei giorni precedenti non sono necessarie scarpe da trekking, indispensabili invece se ci si vuol avventurare per più di qualche centinaio di metri lungo gli altri sentieri.
Tutti gli itinerari sono adatti anche ai bambini.

Altri itinerari a Genova
Gli ultimi video pubblicati sul canale YouTube di Zenazone

NESSUN COMMENTO