Intervista a Francesco Baccini

In questo 2022 Francesco Baccini è impegnato a Genova nelle prove del suo prossimo tour "Archi e Frecce" in compagnia del Quartetto d'Archi Alter Echo, del chitarrista Michele Cusato e del batterista Maurizio di Tollo

Intervista a Francesco Baccini che racconta gli esordi della sua carriera dicendo senza peli sulla lingua cosa pensa dei discografici dopo oltre trent’anni di carriera.
I locali di Genova, l’incontro con Vincenzo Mollica, l’album di esordio Cartoons nel 1989, realizzato esattamente come avrebbe voluto, la prima esibizione davanti a 10.000 persone e poi tutto il resto, da Le Donne di Modica a Vorrei Innamorarmi passando con disinvoltura dal genere ironico a quello impegnato, sorprendendo e sconcertando spesso anche il suo stesso pubblico.

Genovese e genoano ama Genova, ma da lontano … e fa notare che questo è comune in tutte le canzoni che parlano di Genova, a partire da “Ma se ghe pensu”.

Interessanti gli aneddoti, alcuni dei quali anche poco conosciuti e la sua amicizia con alcuni dei più grandi della musica italiana come Fabrizio De Andrè, Lucio Dalla e Enzo Jannacci.

Addirittura Lucio Dalla avrebbe voluto produrre il secondo disco di Baccini che però in quel momento si trovava in un mondo musicale completamente diverso e preferì dirgli di no, rimanendo comunque in ottimi rapporti.

In questo 2022 Francesco Baccini è impegnato a Genova nelle prove del suo prossimo tour “Archi e Frecce” in compagnia del Quartetto d’Archi Alter Echo, del chitarrista Michele Cusato e del batterista Maurizio di Tollo.

Francesco Baccini si racconta (i link ai capitoli dell’intervista)
0:00:00​ | Introduzione
0:00:45​ | Come è iniziato il successo
0:01:09​ | Cosa pensa dei discografici
0:04:07​ | Le Donne di Modena, Ho Voglia di innamorarmi e altre canzoni
0:07:32​ | Le collaborazioni: da Fabrizio De Andre a Lucio Dalla
0:09:35​ | Quel “no” a Lucio Dalla
0:10:39​ | Quel qualcosa di Luigi Tenco
0:12:16​ | Genova e il Genoa, da lontano
0:15:24​ | Archi e Frecce Tour 2022

Intervista di Roberta Ardito
Riprese e montaggio di Davide Romanini

CONDIVIDI
Articolo precedenteI libri sul poker che ogni giocatore dovrebbe leggere
Prossimo articoloFibra ottica a Genova, sempre più utenti connessi: la copertura
Impegnata da sempre nel mondo dello spettacolo, ho collaborato e collaboro con la televisione, il cinema, il teatro e il mondo della musica. La mia laurea magistrale, ottenuta presso l' istituzione universitaria di alta formazione musicale e l'esperienza maturata durante questi anni di lavoro mi hanno permesso di sviluppare una sensibilità ed una competenza specifica nell'ambito dell'organizzazione di eventi,compresi matrimoni, nella gestione di programmi televisivi e radiofonici, e della gestione delle persone coinvolte nella realizzazione degli stessi. Sono nata a Bari nel 1985 e trasferita a Genova per ragioni di lavoro nel 2009, attualmente risiedo a Bogliasco.

NESSUN COMMENTO