Il benessere etico secondo Lush

Il benessere etico secondo Lush: un’intervista voluta fortemente dalla nostra conduttrice Michela Resi da anni fan di questa azienda che ha fatto del benessere etico il proprio credo.
L’azienda inglese di Mark Constantine è in Italia da circa vent’anni e si è distinta da sempre per il rispetto dell’ambiente e degli animali utilizzando per i propri prodotti ingredienti vegetariani che acquistati esclusivamente da aziende che rifiutano i test sugli animali. Anche il confenzionamento è particolarmente curato a tutela dell’ambiente, in certi casi i prodotti sono venduti “naked”, ovvero senza confezione per un risparmio e per evitare la produzione di rifiuti, in altri casi sono utilizzati materiali di riciclo senza rinunciare alla bellezza, come nel caso dei foulard giapponesi Furoshiki utilizzati per confezionare i prodotti per un regalo eco-chic.

CONDIVIDI
Articolo precedente[Photogallery] Gli Harlem Globetrotters a Genova
Prossimo articoloIl 1 Maggio “Aperibirra” al ristorante e birreria Silvie di Lavagna
Michela Resi
Ho iniziato a cantare a 19 anni, sono stata una delle voci di "Non è la Rai" di Gianni Boncompagni, il mio soprannome era "Speedy" per la velocità nell'apprendere canzoni nuove. Successivamente sono stata corista di Marco Masini e Jenny B. Dopo aver girato l'Europa come cantante mi sono fermata a Bogliasco. Vivevo già a Genova quando ho partecipato a “We three plus friends”, l'ultimo disco di Bobby Durham, batterista di Frank Sinatra ed Ella Fitzgerald. Dal 2013 sono conduttrice di Zenazone, realizzo video e interviste in team con Davide con cui ho realizzato anche oltre 130 video itinerari turistici in tutta Italia col format Eats&Travels.

NESSUN COMMENTO