Giornata d’Autunno FAI: itinerari tra le meraviglie del genovesato

giornata d'autunno fai

Anche quest’anno, il prossimo 14 ottobre, torna la Giornata FAI d’Autunno. Insieme alle Giornate FAI di Primavera, da anni costituisce un evento centrale nell’attività di raccolta fondi della nostra fondazione. Quest’anno il FAI Giovani Genova e la Delegazione  FAI Genova, in collaborazione con il Comune di Serra Riccò, hanno deciso di aprire al pubblico alcuni monumenti a  San Cipriano, (frazione del Comune di Serra Riccò). Questo territorio, parte del cosiddetto “Genovesato“, ha infatti costituito un territorio strategico per la Repubblica di Genova. L’intento è quello di puntare i riflettori su una valle ricca di storia, arte e tradizioni, sperando di regalare una giornata di festa ai suoi abitanti e di dare un piccolo contributo al suo riscatto in un momento di così grave difficoltà.

I beni, aperti al pubblico attraverso visite guidate e con un contributo suggerito a partire da 3 euro, sono:
Chiesa parrocchiale dei SS. Cipriano e Cornelio (dalle 11.30 alle 17.30, ultimo ingresso alle 17.00)

Castello Parodi (dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle ore 17.30)

Monastero della Santissima Annunziata e Incarnazione (monache Turchine) (dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle ore 17.30). Ingresso riservato agli iscritti FAI.

Cappella di San Michele di Castrofino (dalle 10.30 alle 18.00, ultimo ingresso alle ore 17.30).

Per evitare il più possibile problemi di traffico, abbiamo ottenuto dal Comune di Serra Riccò due navette che, ogni 30 minuti circa e per tutta la giornata, accompagneranno volontari e visitatori dalla stazione ferroviaria di Pontedecimo alla piazza di San Cipriano.

Ricordati di salvare l’Italia
Tutto il mese di ottobre per proteggere e mantenere l’Italia più bella, insieme al FAI. Fino al 31 ottobre speciale quota per chi si iscrive sul nostro sito: 29 euro anziché 39. Sabato 13 e domenica 14 ottobre appuntamento con le Giornate FAI d’Autunno: 150 itinerari e 660 aperture in tutta Italia con i Gruppi FAI Giovani. #TUCHEPUOIFAI

Durante le Giornate FAI d’Autunno all’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà destinata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno dedicate visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali.

Si può contribuire alla campagna “Ricordati di salvare l’Italia” anche in tre altri modi:
-inviando dal 3 al 21 ottobre un SMS solidale al numero 45592 del valore di 2 euro da ogni cellulare personale Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali

-effettuando una chiamata allo stesso numero per donare 5 euro con una telefonata da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile oppure 5 e 10 euro con una telefonata da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali

-partecipando alle iniziative delle aziende partner della campagna sul territorio nazionale.

Iscriversi al FAI vale un patrimonio. È un atto concreto per dimostrare il proprio amore per l’arte, la storia e la natura del nostro Paese e per diventare “custodi” e al tempo stesso promotori delle nostre bellezze. è un modo per esercitare il proprio ruolo civile di cittadini, contribuendo alla cura e alla valorizzazione di beni culturali e paesaggistici speciali, che potranno così essere tramandati alle future generazioni. Ma permette anche di godere subito dei tanti vantaggi offerti agli iscritti: in tutta Italia presentando la propria tessera FAI è possibile entrare gratuitamente nei beni della Fondazione e usufruire di più di 1500 sconti e convenzioni con musei, teatri, giardini, dimore storiche.

La grande famiglia della Fondazione è oggi composta da oltre 170.000 iscritti, che condividono valori,  obiettivi e la stessa idea di futuro: un’Italia vitale, consapevole della propria ricchezza e impegnata per  proteggere e dare valore ai luoghi che raccontano la nostra identità. Il FAI lo fa da oltre 40 anni: ha raccolto e investito in restauri e manutenzione oltre 93 milioni di euro; ha aperto al pubblico, dopo averli recuperati, 30 beni; ne sta restaurando 10 oltre a tutelarne altri 21; ha segnalato quasi 38 mila luoghi a rischio a Comuni e Soprintendenze competenti nelle 8 edizioni del censimento “I Luoghi del Cuore”; ogni anno coinvolge oltre 290.000 studenti in progetti educativi in difesa di arte e natura e, solo nel 2017, 860.000 persone hanno visitato i suoi beni.

Per informazioni:
www.giornatefai.it
www.fondoambiente.it
02467615399

IMPORTANTE: Verificare sul sito quali sono i luoghi aperti dal FAI, gli aggiornamenti su modifiche di orari, eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse e la possibile chiusura anticipata delle code in caso di grande affluenza di pubblico.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTeatro dell’Ortica: i prossimi appuntamenti
Prossimo articoloEventi a Genova e in Liguria – sabato 20 ottobre 2018
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO