“Genova mia. La città come non è mai stata raccontata”: storie inedite attraverso gli occhi di 40 personaggi. Al Ducale la presentazione del libro

genova mia

Sabato 25 Novembre, dalle ore 17:45 alle 19:00, nella Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale si terrà la presentazione del volume “Genova mia. La città come non è mai stata raccontata”, ideato e curato da Elda Cerchiari Necchi e Chiara Rosati, pubblicato da Polaris.

Una sede prestigiosa, Palazzo Ducale, per presentare un libro non comune: “Genova Mia“, destinato a una città “come non è mai stata raccontata”. Si tratta di un progetto voluto e realizzato da Elda Cerchiari Necchi e Chiara Rosati e pubblicato dalla casa editrice Polaris. Oltre 40 protagonisti della vita sociale e culturale della città descrivono una Genova personale e inedita spaziando dal cinema al teatro, dalla pittura all’architettura, dalla musica alla fotografia, dall’antropologia alla letteratura, dalla speleologia ai fondali del golfo, dalle scienze alle vicende storiche, dall’industria all’impegno sociale.

In occasione della presentazione Matteo Fochessati (Curatore della Wolfsoniana – Palazzo Ducale), Marco Carminati (giornalista e storico dell’arte) e le autrici Elda Cerchiari Necchi e Chiara Rosati dialogano con altri protagonisti del volume.

Dopo la pubblicazione di “Milano Mia”, primo volume della collana, lasciamo la pianura padana, superiamo gli Appennini e arriviamo sulle alture presidiate dai forti che incombono su Genova e sul suo porto.

Il nuovo titolo “Genova Mia” è scritto da genovesi e da “foresti” che l’hanno nel cuore, in una multiformità di storie, culture e umori che balza piacevolmente agli occhi leggendo la sequenza di autoritratti che si trova al termine del volume.

Genova Mia” si può leggere come un romanzo avvincente sul filo della memoria e delle emozioni, dedicato sia ai genovesi che vogliono riscoprire una realtà sempre più complessa, sia ai visitatori che vogliono programmare visite a palazzi, chiese, musei e altri siti significativi come il porto, o appartati come i tanti “caruggi”.

Può essere sfogliato dai lettori seguendo l’ordine delle pagine, oppure scegliendo i percorsi più congeniali ai propri interessi e curiosità. E’ in sostanza un libro dedicato a viaggiatori curiosi che amano i percorsi mentali più inconsueti.

Chiara Rosati ha scattato con obiettivo soggettivo le fotografie in bianco e nero che scandiscono l’intero percorso del libro.

Elda Cerchiari Necchi, nata a Genova nel 1924, si è trasferita a Milano agli inizi degli anni Trenta. Laureatasi in storia dell’arte all’Università Statale, ha insegnato questa disciplina in varie città lombarde e, infine, per vent’anni al Liceo classico Berchet di Milano. Basilari i due manuali di storia dell’arte realizzati l’uno con Liana Castelfranchi, l’altro con Pierluigi De Vecchi. Nel 2013 ha dato vita con Chiara Rosati all’Associazione Elda Cerchiari Necchi che promuove numerosi incontri multidisciplinari destinati a potenziare la cultura contemporanea.

Chiara Rosati cura eventi e mostre. Ha organizzato appuntamenti culturali per associazioni di respiro nazionale e ha creato progetti centrati sullo sviluppo dei quartieri cittadini in fase di rinnovamento in relazione alla memoria storica della città.
Affascinata dal bianco e nero, opera in attività legate al teatro e alla fotografia, sue grandi passioni, che le hanno permesso di incontrare Alfredo Sabbatini – art director e fotografo – con il quale collabora per le produzioni del TeatroMagico.

Per l’associazione culturale Elda Cerchiari Necchi realizza dal 2013 iniziative multidisciplinari. Prima di Genova Mia ha curato il volume Milano Mia, Polaris, 2015.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEventi a Genova e in Liguria – domenica 3 dicembre 2017
Prossimo articoloLavoro Occasionale Accessorio
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO