“Funne – le ragazze che sognavano il mare”: la proiezione al Club Amici del Cinema

Funne

Giovedì 2 febbraio, alle ore 21:00, presso il Club Amici del Cinema (via Carlo Rolando 15, Genova) si terrà la proiezione speciale di “Funne – le ragazze che sognavano il mare” con la presenza della regista e autrice del libro, Katia Bernardi, preceduta dalla presentazione del romanzo omonimo edito da Mondadori, già alla seconda ristampa e in uscita anche in Spagna e Germania. Il film sarà in replica sabato 4 alle 18:30 e domenica 5 febbraio alle 21:00.

Sbarca a Genova il tour nelle sale di “Funne – le ragazze che sognavano il mare”, il documentario presentato alla Festa del Cinema di Roma sulle 12 irresistibili “ragazze” ottantenni trentine che per realizzare il loro sogno si sono trovate al centro dell’attenzione dei media di tutta Italia.

Gli spettatori potranno partecipare al concorsoPorta il tuo sogno al cinema” raccontando i propri desideri sulle apposite schede che verranno distribuite all’ingresso. Al termine della proiezione, il più divertente verrà premiato con una copia del libro.

È una vera e propria favola moderna ambientata tra le vette del Trentino la storia delle arzille frequentatrici del circolo pensionati “Il Rododendro”, già diventata un piccolo caso mediatico e cinematografico. In occasione del ventennale del centro, Erminia, la presidentessa, decide di indire una raccolta fondi per una nobile causa: quella di portare le sue “ragazze” al mare. Molte di loro sono nate e cresciute tra i monti, hanno passato la vita a prendersi cura di figli e mariti e del mare ne hanno solamente sentito parlare. Comincia così un’avventura che le vedrà cucinare torte da vendere in paese, posare da modelle per un calendario che farà concorrenza a quello dei pompieri e trasformarsi in esperte di crowdfunding per raggiungere, tra mille ostacoli, la loro meta. Risate, lacrime, gelosie, paure accompagnano le mille peripezie delle funne (“donne” in dialetto trentino), che le porteranno ben presto a un’inaspettata notorietà. Una storia vera per ricordarsi di non smettere mai di sognare, perché i desideri si possono realizzare a qualsiasi età: basta conservare l’entusiasmo, la curiosità e la voglia di vivere.

Il tour in sala delle funne continuerà venerdì 3 febbraio al Cinema La Compagnia di Firenze, lunedì 6 al Kinodromo di Bologna, martedì 7 al Cinema Mexico di Milano, mercoledì 8 al Cinema Aurora di Ponte Caffaro in provincia di Brescia e il 13 febbraio al Cinema Edera di Treviso. Inoltre dal 1 febbraio aprirà la rassegna “Il Piacere del Cinema“, organizzata dal Coordinamento Teatrale del Trentino.

Note di regia: 
Le ho incontrate per caso o loro hanno incontrato me – racconta Katia Bernardie mi sono innamorata delle ragazze che sognavano il mare. La maggior parte di loro, il mare non lo ha mai visto, se non in televisione o in qualche cartolina sbiadita. La loro vita è sempre stata lì, in quel piccolo paesino sperduto tra le montagne, con i mariti a lavorare in miniera, crescendo i figli a croste di polenta e a mungere vacche in gelidi inverni. Ma le ragazze che sognavano il mare hanno una cosa speciale, un’energia e una forza che deriva da quelle montagne dure che fanno paura solo a guardarle. Quelle montagne le hanno rese forti e indistruttibili e le hanno aiutate a non avere paura di nulla, a non aver paura dei propri sogni”.

Funne – le ragazze che sognavano il mare” è prodotto da EiE film, Jump Cut con ReStart (Croazia) e Chocolat con il supporto di Trentino Film Commission, Hydro Dolomiti Energia, Discovery Italia, HRT Croazia, Croatian Audiovisual Center, Comune di Valdaone.

Appello delle funne per il crowdfunding:
https://youtu.be/HSELv44QQKE

CONDIVIDI
Articolo precedenteEventi a Genova e in Liguria – venerdì 10 febbraio 2017
Prossimo articoloI prossimi appuntamenti al Teatro Altrove tra concerti e spettacoli
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO