Eventi a Genova e in Liguria – sabato 23 febbraio 2019

TEDxGenova

Concerti e spettacoli a Genova e in Liguria – Febbraio 2019
Concerti spettacoli febbraio 2019
La lista dei concerti e degli spettacoli in Liguria, che sono in programma per il mese di febbraio 2019 a Genova, Savona, Imperia a La Spezia. Scopri l’elenco diviso per provincia e per data, così da restare sempre aggiornato ovunque ti trovi in Liguria: sono tantissimi gli appuntamenti da non perdere, per vivere un mese davvero indimenticabile all’insegna della musica e del teatro!

TEDxGenova 2019 – X Kind of Magic: appuntamento al Porto Antico
TEDxGenovaE’ ormai iniziato il conto alla rovescia in vista del nuovo appuntamento con le conferenze TED (Technology, Entertainment, Design) con l’evento TEDxGenova 2019, che porta anche all’ombra della Lanterna le idee e i punti di vista più innovativi e originali, secondo il format di 18 minuti a presentazione nato negli anni Ottanta negli Stati Uniti e ormai affermatosi in tutto il mondo. L’appuntamento è per sabato 23 febbraio alla Sala Grecale presso il centro congressi del Porto Antico.

Le Sale di Palazzo Stella ospitano la mostra “aMuse: Francesca Pepe by Maurizio Galimberti” -fino al 23 febbraio
Mai come attraverso le opere di Maurizio Galimberti si può comprendere il titolo pirandelliano “Uno, nessuno, centomila”: diventato celebre per i suoi mosaici – composizione di una serie di Polaroid che come tanti tasselli, incollati in una precisa sequenza, restituiscono il soggetto fotografato – l’artista ha trasformato la frammentazione visiva in un’allusione alle sfaccettature della realtà. La perfetta orchestrazione delle singole parti rispecchia l’armonia e il ritmo che l’artista persegue, dotando l’immagine di una profondità di visione che non è data solo dall’esperienza ottica, ma soprattutto dai significati che questa molteplicità di visione innesca.

“Zuppa di drago”: la mostra delle illustrazioni di Ste Tirasso -fino al 1 marzo
Zuppa di dragoDal 1 febbraio al 1 marzo, presso lo studio Rebigo (Salita di Carbonara 19r, a pochi passi da Piazza del Carmine, Genova) si terrà la mostra delle illustrazioni di Ste Tirasso per “Zuppa di drago“, scritto da Letizia Iannaccone e in uscita il 22 Gennaio per Mondadori – Libri per Ragazzi. Dai bozzetti iniziali fino alle tavole definitive, alla scoperta della creazione del libro illustrato.

Neri Marcorè, Ugo Digero e Rosanna Naddeo arrivano al Teatro Modena con “Tango del calcio di rigore” -fino al 10 marzo
Tango del calcio di rigoreDal 19 febbraio al 10 marzo il Teatro Gustavo Modena ospiterà lo spettacolo “Tango del calcio di rigore“, drammaturgia e regia Giorgio Gallione, con Neri Marcorè, Ugo Dighero, Rosanna Naddeo, Fabrizio Costella, Alessandro Pizzuto. Scene e costumi di Guido Fiorato, musiche originali Paolo Silvestri, luci Aldo Mantovani. Produzione Teatro Nazionale di Genova. Tango del calcio di rigore è un affresco su calcio e potere in salsa sudamericana la nuova produzione del Teatro Nazionale di Genova, che debutta in prima assoluta il 19 febbraio al Teatro Gustavo Modena, repliche fino al 10 marzo.

La ruota panoramica alta 45 metri torna al Porto Antico: prezzi e orari -fino alla primavera 2019
ruota panoramicaAnche quest’anno il Porto Antico ospiterà la grande ruota panoramica dalla quale godere della vista più bella della città. Per tutto l’inverno e fino alla primavera 2019 sarà infatti possibile vedere Genova da 45 metri di altezza sospesi nella scenografica e suggestiva posizione di Calata Gadda, il piazzale in fondo ai Magazzini del Cotone. Regina dei social network della scorsa stagione invernale, visibile da tanti punti in città, la ruota panoramica lo scorso anno ha affascinato e divertito migliaia di persone.

Al Museo di Storia Naturale arriva “Pop microscopy”: dai laboratori scientifici alla pop art -fino al 31 marzo
Pop MicroscopyIl Museo di Storia Naturale “Giacomo Doria” ospita la mostra Pop Microscopy per un viaggio dai laboratori scientifici alla pop art. La mostra fotografica è a cura di Claudia Diaspro con il supporto tecnico scientifico di Alberto Diaspro e Paolo Bianchini. Si tratta di una collezione composta da venti immagini scientifiche acquisite al microscopio ottico, nelle sue realizzazioni più moderne, finalizzate alla ricerca scientifica. Le immagini sono state concesse da scienziati di fama internazionali tra cui i premi Nobel Martin Chalfie e Stefan Hell.

A Palazzo Bianco un tuffo nella moda con la mostra “Dai figurini al fashion design: comunicare e progettare la moda” -fino al 30 aprile
Palazzo Bianco ospita due eventi dedicati al mondo dei tessuti e della moda:la mostra “Dai figurini al fashion design. Comunicare e progettare la moda”, che durerà fino al 30 aprile 2019, e un nuovo percorso permanente dedicato ai pizzi, “Dal nodo all’ago. La via del merletto“. La mostra, curata da Loredana Pessa e Gabriella Campanella, con la direzione artistica di Elisabetta Agostino,  propone un percorso attraverso gli abiti e gli accessori di moda delle Collezioni Tessili Civiche, che sono presentati  in stretto collegamento con una serie di  riviste di moda stampate in un arco di tempo che va dal XVIII al XX secolo, e con incisioni e figurini provenienti dal Fondo Pipeìn Gamba del Centro DOCSAI che nelle varie epoche  sono stati utilizzati per divulgare le nuove fogge vestimentarie o come supporto per la loro realizzazione materiale.

Il Capitano D’Albertis e le sue entusiasmanti imprese: la mostra con le illustrazioni -fino al 5 maggio
Tavole illustrate di grandi dimensioni trasformano un libro per bambini dedicato alle avventure del Capitano Enrico Alberto d’Albertis in una mostra da 0 a 99 anni. L’occasione è data dall’uscita dell’albo illustrato Il Capitano D’Albertis e le sue entusiasmanti imprese di Giulia Pastorino, una coedizione Tapirulan / Matti da rilegare, che, come promette la prima pagina,  è “la storia vera di un uomo tutto di un pezzo nato a Genova quasi 200 anni fa. Un signore elegante, dall’aria giusto un po’ burbera. Un tipo curioso, senza dubbio. Sportivo, abile nella scrittura, grande collezionista e fotografo”.

“Fra Legno e Pietra”: la mostra permanente di Gianfranco Timossi al Castello di Campo Ligure
fra legno e pietraLa mostra permanente dello scultore Gianfranco Timossi Fra Legno e Pietra” si tiene nelle sale del Castello di Campo Ligure. Si tratta di un racconto attraverso sculture lignee nelle antiche mura del castello di Campo Ligure sull’essenza della natura umana nel suo dispiegarsi nel tempo. Fenomenologia di forma e sentimento capace di autocomprendersi razionalmente nella rappresentazione artistica. In mostra è l’umanità colta nel tempo, attraverso le età della vita e gli stati d’animo che le accompagnano: la fanciullezza, la maturità, l’origine di una nuova vita nel rapporto quotidiano e prima ancora ideale fra madre e figlio, la senilità e il rapporto fra passato e futuro.

Nuova sala dei minerali al Museo di Storia Naturale G. Doria minerali
Ha sede permanente la Nuova sala dei minerali, completamente ristrutturata nei contenuti scientifici e nel progetto di allestimento: le vetrine riadattate per una migliore visione dei campioni, il sistema illuminante sostituito con soluzioni moderne e a risparmio energetico e, per la parte didattica è stato adottato un nuovo sistema di pannellistica che permette la fruizione di  percorsi didattici all’interno dell’esposizione. Al visitatore saranno quindi offerti nuovi punti di osservazione sull’affascinante mondo dei minerali, alla scoperta delle loro caratteristiche fisiche e chimiche; sono circa 500 i campioni esposti, arrivati da tutto il mondo, con esemplari di particolare pregio e rarità provenienti dalla  Sardegna. Orario: da martedì a domenica  10.00-18.00, lunedì chiuso.

Alberto Issel tra pittura e “arti industriali” – Dipinti inediti per Genova (1870-1916) ai Musei di Nervi – GAM, Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Castello D’Albertis IsselPittore,  designer e imprenditore:  articolata in tre sedi espositive,  la mostra raccoglie una parte significativa della collezione di Issel, delineando la parabola artistica di un genovese poliedrico e innovativo  a poco più di un anno dalla chiusura  dello storico negozio che portava il suo nome, nell’ottocentesca  via Roma.

Galata – Museo del Mare: la Sala degli Armatori
Da marzo 2017 ha aperto al pubblico la Sala degli Armatori, un nuovo allestimento per la sala del piroscafo dedicato alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli Armatori. Il progetto nasce da una stretta collaborazione tra l’Istituzione Mu.MA e l’Associazione Promotori Musei del Mare. La sala coniuga innovazione, multimedialità, interattività e scenografia con le storie della marineria e con le straordinarie vicende economiche ed umane delle famiglie di armatori. L’allestimento presenta 18 modelli di navi tra mercantili e passeggeri; 4 filmati realizzati per raccontare alcuni momenti salienti a bordo del piroscafo quando armatori e politici decidevano il futuro della marineria e la ripresa dell’economia genovese; due videoproiezioni a tutta parete: un bombardamento durante la seconda guerra mondiale ed una manovra nel porto di Genova; la ricostruzione della plancia di comando di una nave mercantile con il simulatore per condurre il visitatore in tre missioni. Il percorso è diviso in 6 sezioni-  il porto, i traffici, pubblico/privato, equipaggi, mestiere, innovazione, merci – corredate di foto, documenti, testi, voci per presentare al pubblico tutti gli aspetti del mestiere dell’armatore.

Galata – Museo del Mare: la Sala della Tempesta – Realtà Virtuale
Da Pasqua 2018 la Sala della Tempesta in 4 D, grazie all’utilizzo della Realtà Virtuale, presenta un nuovo allestimento per coinvolgere ulteriormente il “visi – attore” nell’avventura di un naufragio a Capo Horn, a bordi di una scialuppa di salvataggio. Il nuovo allestimento comprende una prima parte di avvicinamento al tema delle tempeste nella storia, attraverso dipinti, stampe, incisioni, ex voto ed oggetti della vita comune che si trovavano a bordo delle scialuppe di salvataggio. Nella seconda parte, in linea con la filosofia “Sali a bordo” del Galata Museo del Mare il pubblico è invitato a prendere posto su apposite sedute dinamiche, all’interno della scialuppa di salvataggio, e dotato di un Head Mounted Display (Samsung Gear VR), può vivere in prima persona l’avvincente viaggio nel mare in tempesta.

NESSUN COMMENTO