Eventi a Genova e in Liguria – sabato 18 maggio 2019

batterie

Concerti e spettacoli a Genova e in Liguria – Maggio 2019
concerti e spettacoli maggio 2019La lista dei concerti e degli spettacoli in Liguria, che sono in programma per il mese di maggio 2019 a Genova, Savona, Imperia a La Spezia. Scopri l’elenco diviso per provincia e per data, così da restare sempre aggiornato ovunque ti trovi in Liguria: sono tantissimi gli appuntamenti da non perdere, per vivere un mese davvero indimenticabile all’insegna della musica e del teatro!

Inaugurazione estiva dell’Orizzonte a Recco con lo staff del Caribe Club
Sabato 18 maggio al bar ristorante Orizzonte inaugura la stagione estiva con le serate latine tenute dallo  staff del Caribe. Per iniziare al meglio la serata, dalle 20.30 si potrà gustare un ricco apericena, un’ottima pizza o usufruire del servizio ristorante, prenotando al numero 0185 739096. La festa continua con il corso in pre serata di reggaeton e con la serata latina, in compagnia dei dj e degli animatori del Caribe: insieme ai ballerini Moreno, Mauricio, Elena e Alfredo si ballerà kizomba, baciata e reggaeton. Sempre all’Orizzionte, continuano le lezioni latine del Caribe, che si tengono  ogni lunedì e giovedì dalle 20.30 alle 22.30. Le lezioni sono incentrate sulla  danza caraibica e sulla kizomba, per imparare le basi e per approfondire la tecnica di queste coinvolgenti discipline. A tenere i corsi il ballerino e maestro del club di Corso Italia  Moreno Niosvel.

Visite guidate alle Batterie nel Parco di Portofino
batteriePresso il Centro Visite “Silvio Sommazzi”  situato presso la “202^ BATTERIA CHIAPPA” nel Parco di Portofino, nei mesi di marzo, aprile, maggio, settembre e ottobre è possibile visitare le Batterie il sabato e la domenica, nelle giornate festive e nei diversi “ponti”. Orari di apertura al pubblico: dalle ore 10.00 alle 17.00. Due partenze di visite guidate: alle ore 11.00 e alle ore 15.00.

La ruota panoramica alta 45 metri torna al Porto Antico: prezzi e orari -fino al 31 maggio
ruota panoramicaAnche quest’anno il Porto Antico ospiterà la grande ruota panoramica dalla quale godere della vista più bella della città. Per tutto l’inverno e fino alla primavera 2019 sarà infatti possibile vedere Genova da 45 metri di altezza sospesi nella scenografica e suggestiva posizione di Calata Gadda, il piazzale in fondo ai Magazzini del Cotone. Regina dei social network della scorsa stagione invernale, visibile da tanti punti in città, la ruota panoramica lo scorso anno ha affascinato e divertito migliaia di persone.

A Nervi la XIV° edizione della Mostra Internazionale di Illustratori Contemporanei sul tema Caos e Mordillo -fino al 2 giugno
La mostra internazionale di illustratori contemporanei è giunta alla XIV° edizione e, come ogni anno, torna alle Raccolte Frugone in un percorso espositivo organizzato in due sezioni distinte. La prima è dedicata agli illustratori che hanno partecipato all’annuale concorso di illustrazione interpretando il tema “Caos“, una selezione di 48 autori scelti dalla giuria presieduta dal celebre artista argentino Guillermo Mordillo tra 975 partecipanti da 50 paesi del mondo. Ospite d’eccezione nonchè presidente della Giuria del Concorso: Guillermo Mordillo. La seconda sezione è invece dedicata proprio, a lui, a Mordillo, protagonista di un’esposizione di oltre 100 opere, una retrospettiva –intitolata “La tenerezza della paura”– delle sue illustrazioni più significative.

Al Museo di Storia Naturale la mostra di sauri in carne e ossa “Dragons” -fino al 24 giugno
Il Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” ospita fino al 24 giugno la mostra “Dragons”, con una straordinaria esposizione di rettili sauri tra i più affascinanti del mondo. La mostra ha lo scopo di avvicinare il pubblico alla scoperta del fantastico mondo dei sauri per apprenderne l’anatomia, l’ecologia, il comportamento e la diversità. Dopo la sezione introduttiva si entra nel grande salone con l’esposizione di animali vivi: si tratta di 50 terrari realizzati appositamente per ospitare ben 100 esemplari.

Albrecht Dürer: capolavori a bulino -fino al 30 giugno
Albrecht DürerI Musei di Strada Nuova di Genova presentano in anteprima una straordinaria serie di incisioni a bulino di Albrecht Dürer, uno dei maestri più importanti del Rinascimento nordico e protagonista insuperato di questa particolare tecnica; la sua arte ha travalicato i confini della natia Germania, divenendo un punto di riferimento per pittori, disegnatori e incisori dell’intera Europa anche nei secoli successivi. Le opere in mostra fanno parte di una collezione privata di incisioni di grandi maestri del passato, che un colto e avveduto collezionista ha messo insieme negli anni con passione e determinazione, che continua ad accrescere e che ha intenzione di destinare al Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso.

La Guerra Esposta: la mostra al Museo del Risorgimento -fino al 7 settembre
la guerra espostaPensata dapprima come un riallestimento, La Guerra Esposta è diventata una vera e propria mostra, che va ad integrarsi nel percorso espositivo del Museo del Risorgimento, ampliandolo cronologicamente, e rivelando al pubblico che il museo non è solo “risorgimentale”, ma che con le opere e i documenti conservati  negli archivi e nei depositi dell’Istituto Mazziniano, copre un arco temporale ben più ampio, dall’ antico regime con le note vicende legate al mito del Balilla (1746) al secondo dopoguerra.

“Cibo per gli Antenati, Fiori per gli Dèi”: la mostra al Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone -fino al 22 settembre
Cibo per gli Antenati, Fiori per gli DèiIl Museo Chiossone di Genova custodisce le collezioni d’arte giapponese e cinese che Edoardo Chiossone (Genova 1833-Tōkyō 1898), distinto professore genovese di tecniche di disegno e incisione, raccolse durante il suo soggiorno in Giappone di oltre 23 anni, dal 1875 fino alla morte nell’aprile del 1898. Grazie alla loro ampia varietà, le collezioni Chiossone consentono di studiare sia la storia dell’arte giapponese sia le relazioni culturali e artistiche Cina-Giappone.

“Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo” alla Loggia della Mercanzia -fino al 19 gennaio 2020
L’esposizione “Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo“, organizzata dal Comune di Genova, nasce dal desiderio di valorizzare e far conoscere tre importanti realtà legate al cinema presenti in città: la Cineteca D.W. Griffith, fondata da Angelo Humouda, la Collezione intitolata a Stefano Pittaluga e la Collezione Cine Ciak, rispettivamente centrate sul patrimonio filmico, sulla tecnologia cinematografica e sull’oggettistica. Tre raccolte, in larga parte mai mostrate al pubblico, estese dalle origini della storia del cinema a oggi, e simbolo di un collezionismo “spontaneo” che unisce ricerca storica e passione cinefila.

“Fra Legno e Pietra”: la mostra permanente di Gianfranco Timossi al Castello di Campo Ligure
fra legno e pietraLa mostra permanente dello scultore Gianfranco Timossi Fra Legno e Pietra” si tiene nelle sale del Castello di Campo Ligure. Si tratta di un racconto attraverso sculture lignee nelle antiche mura del castello di Campo Ligure sull’essenza della natura umana nel suo dispiegarsi nel tempo. Fenomenologia di forma e sentimento capace di autocomprendersi razionalmente nella rappresentazione artistica. In mostra è l’umanità colta nel tempo, attraverso le età della vita e gli stati d’animo che le accompagnano: la fanciullezza, la maturità, l’origine di una nuova vita nel rapporto quotidiano e prima ancora ideale fra madre e figlio, la senilità e il rapporto fra passato e futuro.

Nuova sala dei minerali al Museo di Storia Naturale G. Doria minerali
Ha sede permanente la Nuova sala dei minerali, completamente ristrutturata nei contenuti scientifici e nel progetto di allestimento: le vetrine riadattate per una migliore visione dei campioni, il sistema illuminante sostituito con soluzioni moderne e a risparmio energetico e, per la parte didattica è stato adottato un nuovo sistema di pannellistica che permette la fruizione di  percorsi didattici all’interno dell’esposizione. Al visitatore saranno quindi offerti nuovi punti di osservazione sull’affascinante mondo dei minerali, alla scoperta delle loro caratteristiche fisiche e chimiche; sono circa 500 i campioni esposti, arrivati da tutto il mondo, con esemplari di particolare pregio e rarità provenienti dalla  Sardegna. Orario: da martedì a domenica  10.00-18.00, lunedì chiuso.

Alberto Issel tra pittura e “arti industriali” – Dipinti inediti per Genova (1870-1916) ai Musei di Nervi – GAM, Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Castello D’Albertis IsselPittore,  designer e imprenditore:  articolata in tre sedi espositive,  la mostra raccoglie una parte significativa della collezione di Issel, delineando la parabola artistica di un genovese poliedrico e innovativo  a poco più di un anno dalla chiusura  dello storico negozio che portava il suo nome, nell’ottocentesca  via Roma.

Galata – Museo del Mare: la Sala degli Armatori
Da marzo 2017 ha aperto al pubblico la Sala degli Armatori, un nuovo allestimento per la sala del piroscafo dedicato alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli Armatori. Il progetto nasce da una stretta collaborazione tra l’Istituzione Mu.MA e l’Associazione Promotori Musei del Mare. La sala coniuga innovazione, multimedialità, interattività e scenografia con le storie della marineria e con le straordinarie vicende economiche ed umane delle famiglie di armatori. L’allestimento presenta 18 modelli di navi tra mercantili e passeggeri; 4 filmati realizzati per raccontare alcuni momenti salienti a bordo del piroscafo quando armatori e politici decidevano il futuro della marineria e la ripresa dell’economia genovese; due videoproiezioni a tutta parete: un bombardamento durante la seconda guerra mondiale ed una manovra nel porto di Genova; la ricostruzione della plancia di comando di una nave mercantile con il simulatore per condurre il visitatore in tre missioni. Il percorso è diviso in 6 sezioni-  il porto, i traffici, pubblico/privato, equipaggi, mestiere, innovazione, merci – corredate di foto, documenti, testi, voci per presentare al pubblico tutti gli aspetti del mestiere dell’armatore.

Galata – Museo del Mare: la Sala della Tempesta – Realtà Virtuale
Da Pasqua 2018 la Sala della Tempesta in 4 D, grazie all’utilizzo della Realtà Virtuale, presenta un nuovo allestimento per coinvolgere ulteriormente il “visi – attore” nell’avventura di un naufragio a Capo Horn, a bordi di una scialuppa di salvataggio. Il nuovo allestimento comprende una prima parte di avvicinamento al tema delle tempeste nella storia, attraverso dipinti, stampe, incisioni, ex voto ed oggetti della vita comune che si trovavano a bordo delle scialuppe di salvataggio. Nella seconda parte, in linea con la filosofia “Sali a bordo” del Galata Museo del Mare il pubblico è invitato a prendere posto su apposite sedute dinamiche, all’interno della scialuppa di salvataggio, e dotato di un Head Mounted Display (Samsung Gear VR), può vivere in prima persona l’avvincente viaggio nel mare in tempesta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEventi a Genova e in Liguria – venerdì 17 maggio 2019
Prossimo articoloA Sestri Levante una due giorni di vino e sapori del territorio con Mare&Mosto
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO