Eventi a Genova e in Liguria – sabato 1 aprile 2017

martedì 18 aprile 2017

Canto Libero – Omaggio alle canzoni di Battisti e Mogol al Teatro dell’Archivolto
canto libero
Canto Libero arriva a Genova al Teatro dell’Archivolto sabato 1 aprile alle 21. Canto Libero non è un semplice concerto ma un grande spettacolo che omaggia il periodo d’oro della storica accoppiata Mogol – Battisti. Sul palco, un Ensemble di musicisti affiatati e già rodati nel corso di lunghe carriere, che portano avanti questo nuovo progetto con grande determinazione. Dopo aver riempito piazze e teatri in giro per l’Italia (e anche in Slovenia e Croazia), un ulteriore riconoscimento del loro valore artistico arriva a fine 2015 con uno spettacolo sold-out al Teatro Rossetti di Trieste che vede anche la partecipazione straordinaria di Mogol, che dà la benedizione ufficiale al Canto Libero.

La Churrascharia Il Grande Blu apre i battenti in attesa della nuova stagione del Covo di Nord Est
ChurrascariaSabato 1 aprile inizia ufficialmente la bella stagione nel Tigullio e nel Golfo di Portofino. Apre la Churrascaria il Grande Blu, il ristorante brasiliano del lungomare tra Santa Margherita Ligure e Portofino, dalle ore 18:00 con l’aperitivo e dalle 20:00 con la cena per poi ballare nella grotta del Covo con il deejay Giovanni Carrara fino alle 5 del mattino. Covo di Nord Este Covino apriranno nel fine settimana di Pasqua e Pasquetta per presentarsi al pubblico in una veste completamente rinnovata.

Apertura straordinaria di Palazzo Nicolosio Lomellino in occasione dei Rolli Days
Palazzo LomellinoSabato 1 e domenica 2 aprile, l’Associazione di Palazzo Lomellino di Strada Nuova ONLUS partecipa ai Rolli Days, proponendo l’apertura straordinaria del gioiello di proprietà privataPalazzo Nicolosio Lomellino, in via Garibaldi 7, con visite guidate dalle ore 10:00 alle ore 19:00. In questa occasione saranno visitabili le più affascinanti sale di Palazzo Lomellino: il Primo Piano Nobile, con le sale affrescate dai pittori secenteschi Bernardo Strozzi e Pieter Mulier, detto “Il Tempesta”. Sarà inoltre possibile visitare l’incantevole Giardino Segreto, condizioni meteo permettendo.

“La Grande Peste, Genova 1656-1657”: la mostra al Museo dei Cappuccini fino al 2 luglio
La Grande PesteDa sabato 1 aprile a domenica 2 luglio, il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova ospiterà la mostra La Grande Peste, Genova 1656-1657. La mostra è un invito ai nostri visitatori a prendere in mano questa tragica storia. È un tema forte, quello della peste, che ha ispirato alla grande letteratura – da Tucidide a Teocrito, da Boccaccio a Manzoni, da Defoe a Camus – pagine di rara potenza drammatica. È un tema tragico che celebri pittori come Tiziano, Tintoretto, Poussin, Cerano, Tiepolo, Gros, Mignard, o i nostri liguri del ‘600: Fiasella e Carlone, hanno rappresentato con scene impressionanti.

Replica di UDUDU-ZA-THORA una commedia in due atti per due attrici, due attori, un non morto al Teatro dell’Ortica
ududu-za-thoraVenerdì 31 marzo alle 21.00 – con replica sabato 1 aprile (ore 21.00) – la stagione di Teatro dell’Ortica storie di Storia, ospita il testo di Antonio Sgorbissa, Ududu-za-thora, una commedia in due atti per due attori, due attrici e un non-morto (rigorosamente basata sugli studi del Prof. Claudio Ribecchi a proposito della mente umana e approvata da lui medesimo), che nasce «come una riflessione assai sgangherata per condurre il pubblico a riflettere sui paradossi dell’Io» – dice Sgorbissa, docente di Robotica e Intelligenza Artificiale presso la Facoltà Politecnica dell’Università degli Studi di Genova.

Workshop e incontro pubblico con il giornalista televisivo Domenico Iannacone
Domenico IannaconeConduttore e autore della trasmissione Rai I dieci comandamenti, Domenico Iannacone terrà sabato 1 e domenica 2 Aprile presso il Teatro Altrove un workshop sui rapporti tra linguaggio cinematografico e giornalismo. La domanda di partecipazione è disponibile sul sito laboratorioprobabile.it. La quota d’iscrizione per i soci Bellamy e Altrove è di 35 euro, di 40 per i giornalisti e di 50 per i non soci.
Domenico Iannacone terrà inoltre un incontro aperto al pubblico Sabato 1 Aprile (ore 21.30) presso il Bistrot del Teatro, dove per l’occasione sarà proiettata una delle puntate del suo programma intitolata “Ti voglio amare”.

In scena lo spettacolo Le Chat al Teatro Garage
Le ChatSabato 1 aprile alle ore 21 e in replica domenica 2 aprile alle ore 17,00, alla Sala Diana del Teatro Garage, la compagnia Le Fusa porterà in scena Le Chat, testo e regia di Giovanna Vallebona.
Presente nella storia dell’essere umano da tempo immemorabile, considerato divinità, demone, aiuto per la conservazione del frumento, simbolo di lussuria e sensualità, animale da compagnia, inquietante presenza misteriosa, impegnato nei più svariati incarichi, elegante, indipendente, terapeutico, affettuoso… in una parola sua maestà Le Chat! È il gatto il protagonista dello del nuovo spettacolo de Le Fusa, l’associazione culturale che dichiara già nel suo nome l’amore per questo animale e che da sempre si occupa di far incontrare l’arte con la natura.

Ugo Dighero e Maurizio Lastrico al Teatro dell’Archivolto con Momenti di trascurabile in/felicità – Varietà dell’anima
Dighero LastricoDopo il successo editoriale ottenuto negli ultimi anni, i due libri di Francesco PiccoloMomenti di trascurabile felicità (2010) e Momenti di trascurabile infelicità (2015) diventano uno spettacolo, grazie al Teatro dell’Archivolto di Genova che da giovedì 30 marzo a sabato 8 aprile presenta in prima assoluta nella propria sede Momenti di trascurabile in/felicità – varietà dell’anima, regia di Giorgio Gallione, protagonisti Ugo Dighero e Maurizio Lastrico.

La settimana del Teatro a Cicagna
CicagnaIn cartellone al Teatro di Cicagna, la Compagnia Stabile Teatro Rina e Gilberto Govi di Genova porta in scena sabato 1 aprile alle ore 21, uno dei più grandi classici del teatro di tutti i tempi, Il Tartufo di Jean Baptiste Poquelin “Molière” nel riadattamento e regia di Ivaldo Castellani. Il Tartufo la commedia di Molière rappresentata per la prima volta nel 1664, originariamente in tre atti, poi in cinque, è la satira più feroce che sia mai stata scritta contro l’ipocrisia. E’ una commedia politica, in cui l’autore prende di mira quei falsi devoti che, in opposizione ai libertini, amorali e atei, si riuniscono in congregazioni con lo scopo di tutelare la religione e il buon costume.

Al Cezanne Club show di BURLESQUE con l’artista SHERRY CAT
Sabato 1 Aprile, dalle ore 21.30, al Cezanne Disco Club serata speciale con lo show di burlesque dell’artista genovese Sherry Cat, biondissima danzatrice pronta a portare il pubblico dentro le atmosfere del Moulin Rouge. Uno spettacolo ironico, avvolgente e dalle tinte sexy che precederà la serata di ballo e disco. Alla console della sala disco dj Fabrizio Cignetti, dj Allerino e al vocalist Franco Nativo. Non mancherà la cena al fornitissimo buffet del Cezanne, con piatti di stagione preparato dalla cuoca Denise. Cena a buffet compresa nel costo della prima consumazione a 15 euro. Per prenotazioni (anche whatsapp): 3474224027.

Al Count BasiePulin and the Little Mice: FOLK CONFUSION
Può il suono di un bouzouki irlandese incontrare quello del banjo clawhammer degli Appalachi o un’armonica a bocca incrociare l’accordeon o una washboard schioccare accompagnando un tin whistle? Fatevi accompagnare dalla formazione rigorosamente acustica dei Pulin & the Little Mice in questo lungo viaggio avanti e indietro tra l’Europa e l’America su una nave che si chiama Musica alla scoperta di tradizioni, strumenti e personaggi leggendari in un universo in cui le distanze sono annullate ed in cui una giga irlandese può sposarsi senza problemi con un blues del Mississippi.
Band: Matteo “Pulin” Profetto – Armonica, ukulele, frattoir, voce / Marco “Figeu” Crea – Chitarra acustica, accordion, mandolino, voce / Giorgio “Il Capitano” Profetto – Chitarra acustica, tin whistle, voce / Antonio “Tato” Capelli – Violino, banjo, mandolino, voce / Marco “Poldo” Poggio – Washboard, marching snare, cucchiai, ossa, bodhran, voce

Al Crazy Bull i Modena City Ramblers
Sabato 1 aprile, a partire dalle 21, al Crazy Bull Cafè ci sarà il concerto dei Modena City Ramblers. A quattro anni di distanza dall’ultimo disco di inediti, i MCR tornano con l’album “Mani come rami, ai piedi radici”, uscito il 10 marzo per l’etichetta della band, Modena City Records, in cd e vinile a tiratura limitata. Rispetto ai loro ultimi lavori, in questa nuova avventura in studio i Ramblers fanno tutto da soli, con l’eccezione di un’unica collaborazione di enorme prestigio: la band americana Calexico, che impreziosisce di sapori desertici l’ammaliante ballata “Ghost Town”, cantata in inglese e punto di approdo tra orizzonti morriconiani, celtici e tzigani. Il titolo del disco riprende una strofa della stralunata “Tri bicer ed grapa”, ebbra di umori balcanici e nebbie emiliane; un titolo metaforico che ben rappresenta il sentire dei Ramblers nei confronti della vita e del loro percorso artistico: mani e rami che abbracciano, accolgono, cercano, piedi e radici che tengono ben saldi, sostengono e ricordano. La voglia di conoscere e incontrare, musicalmente di sperimentare e intrecciare stili e linguaggi.

Arriva al teatro della Tosse di Genova lo spettacolo A HOUSE IN ASIA dei catalani Agrupación Señor Serrano fino al 2 Aprile
Il collettivo catalano Agrupación Señor Serrano scatena sulla scena un dispositivo che mescola modelli in scala, proiezioni video, regia in presa diretta, videogiochi, mondi virtuali e performance, per raccontare la caccia all’uomo più importante del XXI secolo: la localizzazione e la cattura di Osama Bin Laden. Il western teatrale dei catalani più esplosivi della scena europea. La casa dove “Geronimo” si nasconde in Pakistan. Una copia esatta di quella casa in una base militare del North Carolina. Una terza casa, sempre identica, ricostruita su un set in Giordania, dove si sta girando un film. Uno Sceriffo ossessionato da una balena bianca. Cowboy e indiani. Aerei e birre. Copie, strategie, riproduzioni e cheeseburger. Con la sua inconfondibile modalità artistica fatta di modellini in scala, proiezioni video, regia in presa diretta e performance, Agrupación Señor Serrano presenta un “western teatrale” in cui la realtà e le sue copie si confondono, disegnando un ritratto pop impietoso del decennio post 11 settembre, un seme per il 21 secolo.
Biglietto: 24 euro
Info: 0102470793 www.teatrodellatosse.it

Il Settecento nelle Collezioni Tessili dei Musei di Strada Nuova. Abiti e stoffe per nobili dimore: la mostra a Palazzo Bianco fino al 30 aprile
tessiliL’esposizione prende spunto dalla precedente mostra dedicata al pittore genovese Alessandro Magnasco, protagonista del Settecento europeo, presentando negli spazi espositivi riservati alle Collezioni Tessili un itinerario attraverso i tessuti e la moda del XVIII secolo. Ma è grazie all’opera dei volontari del Servizio Civile che per la prima volta viene offerta al pubblico la possibilità di accedere ai contenuti della mostra e di approfondire i temi di maggior interesse tramite l’inserimento, nel percorso di visita, delle didascalie interattive (QR – Code). Sarà così possibile, utilizzando il proprio smartphone, avere informazioni più dettagliate sui singoli pezzi esposti, di visionarne i particolari più curiosi, di ricostruirne il contesto originario e persino di confrontarli con altre opere. Orari: 11 ottobre – fine marzo: martedì/venerdì: 09.00/18.30; sabato/domenica: 09.30/18.30. Dal 1° aprile: martedì/venerdì: 09.00/19.00; sabato/domenica: 10.00/19.30. Lunedì chiuso. Info: 010.2759185.

Settima edizione di Gems à la Paganini a Palazzo Rosso fino al 28 maggio
Venerdì 31 marzo alle ore 17,00 presso l’Auditorium di Palazzo Rosso,  debutta la settima edizione di «Gems à la Paganini», la rassegna primaverile organizzata dall’Associazione Amici di Paganini, che proseguirà fino a domenica 28 maggio con un’offerta complessiva di 6 appuntamenti, tra concerti, conferenze e lezioni-concerto, tutti a ingresso gratuito, e una gita a Parma. La rassegna ruota intorno alla figura di Niccolò Paganini e alla sua feconda eredità musicale e culturale, attraverso concerti e conferenze, per la direzione artistica di Cristiano Gualco.
I concerti saranno tutti introdotti o inframezzati da interviste agli artisti ospiti: un’ulteriore occasione per riscoprire aspetti dimenticati di Paganini, vero protagonista della cultura genovese nel mondo. Il programma completo della rassegna “Gems à la Paganini” e altre informazioni sull’Associazione, gli interpreti (comprese fotografie), i concerti ecc. si trovano a questo indirizzo, da cui potranno essere facilmente scaricati.

Andrea Doria la nave più bella del mondo: al Galata Museo del mare fino al 30 maggio
La mostra, basandosi sulle analisi di esperti americani, su documenti e testimonianze,  affronta a 360° la storia di questa nave bellissima e sfortunata. Questa esposizione temporanea, vuole essere una “Doria experience“: attraverso ricostruzioni di ambienti della nave, tra cui la prora in scala 1:5 e una parte di ponte di passeggiata inclinato a 30°, i visitatori so18no invitati a ripercorrere i piani come i passeggeri e l’equipaggio dovettero fare per scampare alla tragedia. Il modello di sei metri del Doria è il gioiello dell’esposizione.
Prezzi: Mostra inclusa nel biglietto d’ingresso. Orari: dal martedì al venerdì 10:00–18:00 (ultimo ingresso ore 17:00); sabato, domenica e festivi 10:00-19:30 (ultimo ingresso ore 18:30). Lunedì chiuso.

Mostra FLASHBACK – CULLARE, GIOCARE, CRESCERE al Castello D’Albertis fino al 4 Giugno
Diventare grandi in altri mondi e in altri tempi. A partire dalla nascita per arrivare, con i giochi, al mondo della scuola. E poi il fidanzamento e la formazione di una nuova famiglia. Una mostra che esplora i tempi della vita in diverse società tradizionali: la valdostana di fine ‘800 e quella genovese, come quella di popoli indigeni nord e sudamericani con l’aiuto di culle, giocattoli, ninne nanne e favole. Un flashback nel passato per comprendere cosa ci accomuna con questi mondi e i loro rituali, sogni e ideali.

Esposizione CIAK. MOSTRA INTERNAZIONALE DI ILLUSTRATORI CONTEMPORANEI ai Musei di Nervi fino al 4 Giugno
La magia del cinema: divisa in due sezioni, l’esposizione propone, oltre ai 48 selezionati del concorso 2016, una vera e propria mostra nella mostra, intitolata “PER UN PUGNO DI COLORI” e costituita di oltre 130 opere originali tra bozzetti, manifesti e locandine di Renato Casaro, maestro dell’illustrazione cinematografica.
Ospite speciale della mostra, che inizierà alle 16.30, è anche presidente della Giuria del concorso promosso dall’Associazione Tapirulan di Cremona, per il quale i giovani hanno realizzato una tavola che rappresentasse la scena di un film che hanno amato o cui sono legati i loro ricordi.

L’universo artistico di Oscar Saccorotti. Dipinti, incisioni, arti decorative fino al 4 giugno
saccorottiLa mostra, che si tiene alla Wolfsoniana, realizzata in occasione del trentennale della morte di Oscar Saccorotti, grazie alla collaborazione dell’Archivio Saccorotti e arricchita dalle opere donate dagli eredi al Comune di Genova, intende documentare i differenti campi di intervento della sua complessiva ricerca, mettendo in evidenza la sua diversificata produzione nell’ambito delle arti decorative. Orari: fino al 31.03.2017 martedì-domenica ore 11.00-17.00; lunedì chiuso. Dal 01.04.2017 martedì-venerdì ore 11.00-18.00; sabato e domenica ore 12.00-19.00; lunedì chiuso. Info:010 3231329.

NiNiNFestival di Bogliasco: al via i bandi di concorso per bambini e ragazzi. La deadline è fissata al 20 giugno 
nininfestivalDopo un anno di pausa, in cui si era svolta solo un’edizione online su Facebook, torna a Bogliasco il NiNiNFestival, la manifestazione a misura di bambini e ragazzi con concorsi, spettacoli,  laboratori, giochi, incontri, conferenze e la Fiera dei Servizi al Bambino. Si apre il bando di partecipazione ai concorsi e si invitano tutti gli insegnanti, gli educatori e i genitori a stimolare i loro bambini e ragazzi a prenderne parte. Il tema portante della nuova edizione sarà “La Giustizia”.

Dinsoauri: al Museo di Storia Naturale G. Doria la mostra fino al 25 giugno
dinosauriSi tratta di una mostra con le riproduzioni a grandezza naturale delle straordinarie creature che dominarono la terra milioni di anni fa. Dinosauri permetterà al pubblico di fare un salto nel tempo per ammirare questi animali che abitarono il cielo, la terra e i mari del nostro pianeta; dal tema della fossilizzazione, con calchi di fossili, per poi immergersi in una foresta primordiale per ammirare le grandi riproduzioni: l’Ittiosauro simile a un delfino, il Carnotauro carnivoro con strutture simili a corna, il Deinosuco simile a un gigantesco coccodrillo, l’Amargasauro erbivoro, l’Albertosauro e il Tirranosauro grandi predatori.
Orario delle visite: da martedì a domenica, dalle ore 10:00 alle 18:00.
Bigliettiingresso intero € 6,00, ingresso ridotto € 4,00 (visitatori di età compresa tra i 3 e i 14 anni, visitatori con età superiore ai 65 anni; persone disabili; componenti di gruppi superiori alle 15 unità), ingresso scolaresche € 3,00 a studente, visita guidata per le scolaresche € 6,00 a studente (ingresso incluso) – (con laboratorio € 60,00 per la classe), visita guidata per i gruppi superiori alle 15 unità € 8,00 a persona (ingresso incluso). Gratis per: bambini da 0 a 3 anni, insegnanti accompagnatori di scolaresche in visita, accompagnatori di persone disabili, soci della Società degli Amici del Museo Doria. I possessori del biglietto della mostra “Dinosauri” potranno visitare il Museo pagando il biglietto ridotto per il periodo 23 novembre 2016-30 luglio 2017.

Scagni & Vapori. Gli armatori si raccontano. Al Galata Museo del Mare fino al 30 giugno
NaveDal 3 marzo un nuovo allestimento al terzo piano del Museo dedicato alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli Armatori. Il progetto nasce da una stretta collaborazione tra l’Istituzione Mu.MA e l’Associazione Promotori. La Sala degli Armatori coniuga innovazione, multimedialità, interattività, e scenografia con le storie della marineria e con le straordinarie vicende economiche ed umane delle famiglie di armatori. Per info: 010 2345655

Italiano anch’io. L’immigrazione dell’Italia che cambia al Galata Museo del Mare
downloadNuovo allestimento permanente interno alla sezione MEM (Memoria e Migrazioni) del Museo Galata. Dalla famiglia alla gastronomia, dal lavoro alla scuola: per capire un fenomeno di portata globale e scoprire storie e culture dei nuovi italiani e genovesi, molti dei quali fuggiti da guerre e violenze  in una parte di mondo investito  dalle conseguenze delle cosiddette “primavere arabe” iniziate nel 2011. Orario: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.30).

Nuova sala dei minerali al Museo di Storia Naturale G. Doria
mineraliHa sede permanente la Nuova sala dei minerali, completamente ristrutturata nei contenuti scientifici e nel progetto di allestimento: le vetrine riadattate per una migliore visione dei campioni, il sistema illuminante sostituito con soluzioni moderne e a risparmio energetico e, per la parte didattica è stato adottato un nuovo sistema di pannellistica che permette la fruizione di  percorsi didattici all’interno dell’esposizione. Al visitatore saranno quindi offerti nuovi punti di osservazione sull’affascinante mondo dei minerali, alla scoperta delle loro caratteristiche fisiche e chimiche; sono circa 500 i campioni esposti, arrivati da tutto il mondo, con esemplari di particolare pregio e rarità provenienti dalla  Sardegna. Orario: da martedì a domenica  10.00-18.00, lunedì chiuso.

Alberto Issel tra pittura e “arti industriali” – Dipinti inediti per Genova (1870-1916) ai Musei di Nervi – GAM, Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti,
Castello D’Albertis
IsselPittore,  designer e imprenditore:  articolata in tre sedi espositive,  la mostra raccoglie una parte significativa della collezione di Issel, delineando la parabola artistica di un genovese poliedrico e innovativo  a poco più di un anno dalla chiusura  dello storico negozio che portava il suo nome, nell’ottocentesca  via Roma.

Mecenati di ieri e di oggi a Palazzo Rosso
mecenatiCon la mostra, resa possibile dal finanziamento dello Studio Legale Rubini di Milano, tornano in esposizione un nucleo di dipinti della donazione Brignole-Sale De Ferrari che, in alcuni casi, non erano visibili al pubblico da oltre settanta anni. Orario: martedì, mercoledì e giovedì 9.00/ 19.00; venerdì 9.00/19.00 – (9.00/21.00  il 1° e 4° venerdì del mese); sabato e domenica 10.00/ 19.30; lunedì aperto per croceristi.

NESSUN COMMENTO