Eventi a Genova e in Liguria – giovedì 8 novembre 2018

Concerti e spettacoli a Genova e in Liguria – Novembre 2018
Concerti e spettacoli
La lista dei concerti e degli spettacoli in Liguria, che sono in programma per il mese di novembre 2018 a Genova, Savona, Imperia a La Spezia. Scopri l’elenco diviso per provincia e per data, così da restare sempre aggiornato ovunque ti trovi in Liguria: sono tantissimi gli appuntamenti da non perdere, per vivere un mese davvero indimenticabile all’insegna della musica e del teatro!

Electropark sbarca tra i vicoli di Prè: il programma del Festival internazionale di musica elettronica
ElectroparkUn percorso musicale e narrativo inedito, che connette il patrimonio artistico del Centro Storico con un’offerta culturale ibrida, in un viaggio tra il contemporaneo e il classico. Tra edifici storici e luoghi non convenzionali, il quartiere di Prè ospita, da giovedì 8 a sabato 10 novembre, la 7ima edizione di Electropark, festival internazionale di musica elettronica e sperimentazione artistica.

Gli appuntamenti della settimana a La Feltrinelli di Genova -Luca Genovese e Lo Stato Sociale
Giovedì 8 novembre, dalle ore 18:00, Luca Genovese e Lo Stato Sociale. Andrea ha un bar nella periferia della Bologna di un’Italia distopica, eppure terribilmente reale. Quel bar è il suo oblò sul mondo. Alienato dalla routine quotidiana e attaccato da un contesto sociale ostile, Andrea cerca in tutti i modi la fuga. Anche rifugiandosi in sogni e visioni. Ma sarà il suo passato a raggiungerlo e travolgerlo, trascinandolo in una spirale di follia e violenza. Lo Stato Sociale sono cinque ragazzi bolognesi, legati dall’amicizia, dalla musica e dalla condivisione di ideali. Dopo gli ep Welfare Pop e Amore ai tempi dell’Ikea, nel 2012 arriva il primo album Turisti della democrazia, che li impone anche fuori dall’ambito della musica “indie”. Il successo cresce con L’Italia peggiore e Amore, lavoro e altri miti da sfatare. Nel frattempo, si susseguono i tour, con centinaia di date, tra le quali un trionfale concerto al Mediolanum Forum, a Milano. Tra un disco e l’altro pubblicano il loro primo romanzo, Il movimento è fermo. Nel 2018 partecipano al Festival di Sanremo con il brano Una vita in vacanza, canzone-fenomeno che raggiunge subito e stabilmente i vertici delle classifiche. Il brano è contenuto in Primati, prima raccolta, con quattro inediti della band. Per Feltrinelli Comics hanno pubblicato Andrea (2018; con Luca Genovese).

Crazy Bull: il programma completo della stagione invernale
Giovedì 8 novembre (ore 21.30), il fuoriclasse del looping e della street music Benjamin Stanford, in arte “Dub FX”, sbarca per la prima volta a Genova, al Crazy Bull di Sampierdarena. Busker dall’innata capacità di calamitare pubblico e attenzione, Dub FX mescola «tutti i generi insieme – spiega l’artista di origini australiane –, jazz, reggae, hip-hop, samba, drum ‘n’ bass, dubstep: è questo il bello del mio set-up, creare musica da qualunque cosa abbia un suono da esprimere». Attraverso scenari ambientali, Dub FX trascina in un’esperienza olistica attraverso un sapiente mix di elementi elettronici ed elementi acustici.

Riunione di Capitolo BNI: Capitolo Vittoria
BNI (business network international) è la più grande organizzazione di scambio referenze a livello mondiale. La filosofia BNI si basa sull’idea di “Givers Gain” (Chi dà, riceve). BNI offre ai Membri l’opportunità di condividere idee, contatti, network, e, cosa più importante, referenze di business. Quando un Membro del tuo Capitolo incontra qualcuno interessato ai tuoi prodotti o servizi gli darà il tuo biglietto da visita. È semplice. Se le referenze sono una parte importante della tua attività, allora BNI è l’organizzazione per te. A Genova e dintorni sono attualmente attivi 5 Capitoli (gruppi) BNI ed altri si stanno formando. Il primo Capitolo di Genova è nato 10 anni fa. Se desideri approfondire o richiedere di essere ospite ad una riunione BNI, puoi visionare questa pagina di approfondimento

Stengel. Existence is Resistance. E l’arte che resta -fino al 23 novembre
StengelIn un periodo storico in cui la pittura difende faticosamente il suo ruolo nei confronti di altri media come la fotografia, il video, l’istallazione, la nuova stagione al Museo di Sant’Agostino propone una mostra improntata sull’opera proteiforme di Karl Stengel, artista di origini ungheresi scomparso nel 2017, in un confronto con i protagonisti storici del Cinque e del Seicento genovese.

“Sul Mare. Immagini di Genova dal XVI al XIX secolo” -fino al 2 dicembre
sul mareDal 19 settembre al 2 dicembre Palazzo Rosso ospiterà la mostra “Sul Mare. Immagini di Genova dal XVI al XIX secolo”. La mostra è un viaggio attraverso le rappresentazioni di Genova dal 1500 fino al 1900. I visitatori potranno immergersi in un racconto lungo più di tre secoli, fra realtà e finzione, mostri marini e grandi vascelli, allegorie che ne celebrano la gloria, carte antiche che ne disegnano il litorale.

Palazzo Lomellino apre il Salotto del Cavalier Tempesta con gli affreschi di Pieter Mulier -fino al 6 gennaio
Palazzo LomellinoApre al pubblico dal 1 novembre al 6 gennaio il Salotto del Cavalier Tempesta: un progetto di valorizzazione degli affreschi attribuiti a Pieter Mulier (Haarlem, Olanda 1637 – Milano 1701) nel salotto dell’ala di levante del Primo Piano Nobile di Palazzo Nicolosio Lomellino, uno dei Palazzi dei Rolli più affascinanti di via Garibaldi, a Genova. Una raffinata decorazione ad affresco raffigurante cinque Paesaggi, racchiusi all’interno di finte cornici dorate impreziosite da motivi a foglia, a imitazione di grandi dipinti su tela inseriti all’interno di illusionistiche quadrature.

Handhumans vs handimals: mani dipinte in iperrealistiche sembianze di animali -fino al 13 gennaio
Handhumans vs handimalsHandhumans vs handimals: due musei per un artista, con gigantografie su tela di mani dipinte dall’artista Guido Daniele che assumono le iperrealistiche sembianze di animali (al Museo di Storia Naturale), di popoli, monumenti e ambienti naturali inediti (al Castello D’Albertis). Nelle vetrine del castello, i reperti delle collezioni del museo provenienti dai paesi rappresentati alla parete dialogano con le immagini, talvolta facendo da contraltare, talvolta confermando gli stereotipi proposti.

“Fra Legno e Pietra”: la mostra permanente di Gianfranco Timossi al Castello di Campo Ligure
fra legno e pietraLa mostra permanente dello scultore Gianfranco Timossi Fra Legno e Pietra” si tiene nelle sale del Castello di Campo Ligure. Si tratta di un racconto attraverso sculture lignee nelle antiche mura del castello di Campo Ligure sull’essenza della natura umana nel suo dispiegarsi nel tempo. Fenomenologia di forma e sentimento capace di autocomprendersi razionalmente nella rappresentazione artistica. In mostra è l’umanità colta nel tempo, attraverso le età della vita e gli stati d’animo che le accompagnano: la fanciullezza, la maturità, l’origine di una nuova vita nel rapporto quotidiano e prima ancora ideale fra madre e figlio, la senilità e il rapporto fra passato e futuro.

Nuova sala dei minerali al Museo di Storia Naturale G. Doria minerali
Ha sede permanente la Nuova sala dei minerali, completamente ristrutturata nei contenuti scientifici e nel progetto di allestimento: le vetrine riadattate per una migliore visione dei campioni, il sistema illuminante sostituito con soluzioni moderne e a risparmio energetico e, per la parte didattica è stato adottato un nuovo sistema di pannellistica che permette la fruizione di  percorsi didattici all’interno dell’esposizione. Al visitatore saranno quindi offerti nuovi punti di osservazione sull’affascinante mondo dei minerali, alla scoperta delle loro caratteristiche fisiche e chimiche; sono circa 500 i campioni esposti, arrivati da tutto il mondo, con esemplari di particolare pregio e rarità provenienti dalla  Sardegna. Orario: da martedì a domenica  10.00-18.00, lunedì chiuso.

Alberto Issel tra pittura e “arti industriali” – Dipinti inediti per Genova (1870-1916) ai Musei di Nervi – GAM, Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Castello D’Albertis IsselPittore,  designer e imprenditore:  articolata in tre sedi espositive,  la mostra raccoglie una parte significativa della collezione di Issel, delineando la parabola artistica di un genovese poliedrico e innovativo  a poco più di un anno dalla chiusura  dello storico negozio che portava il suo nome, nell’ottocentesca  via Roma.

Galata – Museo del Mare: la Sala degli Armatori
Da marzo 2017 ha aperto al pubblico la Sala degli Armatori, un nuovo allestimento per la sala del piroscafo dedicato alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli Armatori. Il progetto nasce da una stretta collaborazione tra l’Istituzione Mu.MA e l’Associazione Promotori Musei del Mare. La sala coniuga innovazione, multimedialità, interattività e scenografia con le storie della marineria e con le straordinarie vicende economiche ed umane delle famiglie di armatori. L’allestimento presenta 18 modelli di navi tra mercantili e passeggeri; 4 filmati realizzati per raccontare alcuni momenti salienti a bordo del piroscafo quando armatori e politici decidevano il futuro della marineria e la ripresa dell’economia genovese; due videoproiezioni a tutta parete: un bombardamento durante la seconda guerra mondiale ed una manovra nel porto di Genova; la ricostruzione della plancia di comando di una nave mercantile con il simulatore per condurre il visitatore in tre missioni. Il percorso è diviso in 6 sezioni-  il porto, i traffici, pubblico/privato, equipaggi, mestiere, innovazione, merci – corredate di foto, documenti, testi, voci per presentare al pubblico tutti gli aspetti del mestiere dell’armatore.

Galata – Museo del Mare: la Sala della Tempesta – Realtà Virtuale
Da Pasqua 2018 la Sala della Tempesta in 4 D, grazie all’utilizzo della Realtà Virtuale, presenta un nuovo allestimento per coinvolgere ulteriormente il “visi – attore” nell’avventura di un naufragio a Capo Horn, a bordi di una scialuppa di salvataggio. Il nuovo allestimento comprende una prima parte di avvicinamento al tema delle tempeste nella storia, attraverso dipinti, stampe, incisioni, ex voto ed oggetti della vita comune che si trovavano a bordo delle scialuppe di salvataggio. Nella seconda parte, in linea con la filosofia “Sali a bordo” del Galata Museo del Mare il pubblico è invitato a prendere posto su apposite sedute dinamiche, all’interno della scialuppa di salvataggio, e dotato di un Head Mounted Display (Samsung Gear VR), può vivere in prima persona l’avvincente viaggio nel mare in tempesta.

NESSUN COMMENTO