Eventi a Genova e in Liguria – domenica 15 settembre 2019

Oktoberfest

Concerti e spettacoli a Genova e in Liguria – Settembre 2019
La lista dei concerti e degli spettacoli in Liguria, che sono in programma per il mese di settembre 2019 a Genova, Savona, Imperia a La Spezia. Scopri l’elenco diviso per provincia e per data, così da restare sempre aggiornato ovunque ti trovi in Liguria: sono tantissimi gli appuntamenti da non perdere, per vivere un mese davvero indimenticabile all’insegna della musica e del teatro!

Sagra del Pesce di Camogli al Porto Antico -fino al 15 settembre
Dal 13 al 15 settembre la Sagra del Pesce di Camogli si trasferisce al Porto Antico per concludere l’estate all’insegna della frittura di pesce più famosa della Liguria. Dopo il successo registrato lo scorso anno, con un’altissimo apprezzamento da parte del pubblico, quest’anno torna a richiamare i più golosi nel piazzale del Mandraccio. Di seguito vi riportiamo gli orari della manifestazione: venerdì 13 settembre dalle ore 18 alle 20, sabato 14 settembre dalle ore 11 alle 15 e dalle ore 17 alle 19, domenica 15 settembre dalle ore 11 alle ore 16.

Oktoberfest Genova: la 10ima edizione -fino al 22 settembre
Dal 5 al 22 settembre piazza della Vittora ospiterà il consueto appuntamento dell’Oktoberfest di Genova, giunta quest’anno alla sua decima edizione. L’evento, che si svolgerà per poco più di due settimane, offre l’occasione di immergersi nella cultura bavarese secondo la tradizionale festa di Monaco di Baviera non solo in tavola, ma anche con tanti eventi fuori tendone adatti a tutta la famiglia. Per conoscere il programma completo clicca qui.

Mostra fotografica: Inge Morath, La vita. La fotografia -fino al 22 settembre
Fino a domenica 22 settembre, a Palazzo Ducale presso Loggia degli Abati c’è la mostra fotografica Inge Morath La vita. La fotografia. Palazzo Ducale accoglie la prima grande retrospettiva italiana di Inge Morath, la prima fotografa a entrare a far parte della celebra agenzia fotografica Magnum Photos. Il lavoro di Inge Morath testimonia un rapporto, una passione, una necessità  verso l’arte della fotografia. In merito a questo dichiarò: “La fotografia è essenzialmente una questione personale: la ricerca di una verità interiore…è un fenomeno strano… Ti fidi del tuo occhio, ma non puoi evitare di mettere a nudo la tua anima.”

“Cibo per gli Antenati, Fiori per gli Dèi”: la mostra al Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone -fino al 22 settembre
Cibo per gli Antenati, Fiori per gli DèiIl Museo Chiossone di Genova custodisce le collezioni d’arte giapponese e cinese che Edoardo Chiossone (Genova 1833-Tōkyō 1898), distinto professore genovese di tecniche di disegno e incisione, raccolse durante il suo soggiorno in Giappone di oltre 23 anni, dal 1875 fino alla morte nell’aprile del 1898. Grazie alla loro ampia varietà, le collezioni Chiossone consentono di studiare sia la storia dell’arte giapponese sia le relazioni culturali e artistiche Cina-Giappone.

“Splendore e purezza – il Tibet nell’Arte di Han Yuchen”: la mostra a Palazzo Ducale -fino al 29 settembre
Un grande maestro della pittura a olio della Cina contemporanea Han Yuchen, che da oltre dieci anni raffigura il Tibet e le sue genti, documentandone lo stile di vita tra inclinazione mistica, forza spirituale e stupefacente resilienza a condizioni climatiche estreme. Da giovedì 12 a domenica 29 settembre (dalle ore 10 alle ore 18) la Sala del Munizioniere di Palazzo Ducale (piazza Matteotti 9, Genova) ospita Splendore e purezza: il Tibet nell’Arte, prima rassegna personale di un maestro cinese a Genova, curata dalla professoressa Donatella Failla e patrocinata dal Comune di Genova.

Paesaggi Interiori / Landscapes from within: la mostra a Castello D’Albertis -fino al 31 ottobre
Paesaggi interiori/Landscapes from within è la rappresentazione di come il territorio e le tradizioni soffochino l’identità delle popolazioni che ne sono parte quando sono viste attraverso la lente dell’essere indigeni, del diritto alla sovranità e delle attuali condizioni di vita a Turtle Island. Turtle Island è il territorio oggi meglio conosciuto come Nord America, che come noto fu “frequentato” da Cristoforo Colombo. La mostra organizzata negli spazi storici di Castello D’Albertis di Genova, è un forte richiamo alla sempre presente questione della decolonizzazione all’interno delle istituzioni artistiche e mette in moto una riflessione relativa agli stati d’animo individuali su queste tematiche di carattere nazionale e sociale.

“Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo” alla Loggia della Mercanzia -fino al 19 gennaio 2020
L’esposizione “Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo“, organizzata dal Comune di Genova, nasce dal desiderio di valorizzare e far conoscere tre importanti realtà legate al cinema presenti in città: la Cineteca D.W. Griffith, fondata da Angelo Humouda, la Collezione intitolata a Stefano Pittaluga e la Collezione Cine Ciak, rispettivamente centrate sul patrimonio filmico, sulla tecnologia cinematografica e sull’oggettistica. Tre raccolte, in larga parte mai mostrate al pubblico, estese dalle origini della storia del cinema a oggi, e simbolo di un collezionismo “spontaneo” che unisce ricerca storica e passione cinefila.

“Fra Legno e Pietra”: la mostra permanente di Gianfranco Timossi al Castello di Campo Ligure
fra legno e pietraLa mostra permanente dello scultore Gianfranco Timossi Fra Legno e Pietra” si tiene nelle sale del Castello di Campo Ligure. Si tratta di un racconto attraverso sculture lignee nelle antiche mura del castello di Campo Ligure sull’essenza della natura umana nel suo dispiegarsi nel tempo. Fenomenologia di forma e sentimento capace di autocomprendersi razionalmente nella rappresentazione artistica. In mostra è l’umanità colta nel tempo, attraverso le età della vita e gli stati d’animo che le accompagnano: la fanciullezza, la maturità, l’origine di una nuova vita nel rapporto quotidiano e prima ancora ideale fra madre e figlio, la senilità e il rapporto fra passato e futuro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEventi a Genova e in Liguria – sabato 14 settembre 2019
Prossimo articoloIntervista alla scrittrice chiavarese Valeria Corciolani
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO