Negli ultimi anni si stanno verificando numerosi e importanti cambiamenti nel campo dell’istruzione universitaria, in particolare la più recente rivoluzione è targata internet e riguarda un nuovo approccio alla formazione.

Digital culture
Digital culture

La cosiddetta digital culture, protagonista indiscussa degli ultimi due decenni, ha fatto il suo ingresso anche nell’ambito universitario introducendo un nuovo metodo di insegnamento basato sulla teledidattica, la multimedialità e l’interattività.
Se negli Stati Uniti lo studio on line è ormai un fenomeno consolidato, in Europa siamo ancora agli inizi ma le statistiche parlano di un incremento decisivo che lascia ben sperare in un futuro digital anche per quel che riguarda l’alta formazione.

Sempre più studenti, subito dopo la laurea triennale, scelgono un percorso di formazione digital e tale scelta spesso è dettata da alcuni fattori economici e sociali.


Ma cos’è lo studio on line e come funziona?
Il metodo e-learning
 non è altro che una forma di apprendimento che si basa sull’utilizzo di tecnologie multimediali, sullo scambio di informazioni e sull’accesso facilitato alle risorse, ovviamente grazie a internet.
In sostanza per intraprendere un percorso di studi on line è sufficiente avere un personal computer e una connessione. I materiali didattici sono contenuti in una piattaforma interattiva alla quale è possibile accedere h24 a seconda delle proprie esigenze.

Le caratteristiche principali del metodo e-learning sono la dinamicità e l’immediatezza. I contenuti vengono continuamente aggiornati, approfonditi e condivisi solo dopo la verifica delle fonti da parte di esperti del settore. Ne consegue che per offrire un percorso di studi on line che sia di qualità è necessario mettere in campo un lavoro meticoloso, ecco perché non tutti gli enti di formazione on line riescono a garantire questo standard qualitativo e bisogna prestare la massima attenzione nella scelta del percorso migliore.
L’immediatezza è un altro fattore che contraddistingue lo studio on line, i contenuti e il tutor devono essere presenti contemporaneamente nel processo di apprendimento a differenza di quanto accade nell’ambito universitario canonico, dove il momento dello studio è separato da quello della lezione.

Se tanti giovani oggi privilegiano la digital culture come formazione universitaria, dopo un’esperienza per la triennale offline scelgono in particolare modo una laurea specialistica online. Questo nuovo modello di apprendimento offre non pochi vantaggi.
In primis lo studio on line permette di gestire il proprio tempo in maniera assolutamente indipendente, conciliando lo studio anche con un lavoro.
L’abbattimento dei costi è altro fattore incisivo rilevante, poiché la maggior parte delle università on line consentono di intraprendere una formazione di alto livello con la metà dei soldi che si spenderebbero normalmente.
Lo studio on line abbatte i costi dell’affitto, dei trasporti e dei pasti fuori casa, permettendo di scegliere una modalità di studio che si svolge prevalentemente da casa.
Ci sono anche altri aspetti favorevoli non meno importanti come la possibilità di evitare le file agli sportelli e le aule affollate, tipiche degli ambienti universitari.
Alla luce di questi fattori si prevede che anche in Italia molto presto il mercato dell’e-learning si amplierà, anche per risolvere il costante problema del sovraffollamento di iscritti e della mancanza di strutture adeguate.

NESSUN COMMENTO