Diario di una mamma: le vacanze, il compleanno e un amico a quattro zampe

L’estate 2015 sta portando grandi novità nella nostra vita e nella vita della mia piccola Sofia.
Luglio è iniziato con una settimana di vacanza a Marina di Bibbona e in giro per la Toscana. Io, Sofia e il suo papà abbiamo visitato Bolgheri, Volterra, San Gimignano, Piombino e Firenze, per poi passare tre intere giornate in piscina, a goderci il sole e l’acqua fresca, imparando a nuotare con i braccioli nuovi e a fare dei bellissimi e divertenti tuffi.
Sono state giornate bellissime, ma anche molto difficili. Le vacanze con i bambini piccoli spesso non permettono di rilassarsi al cento per cento, ma sono sicuramente più divertenti e giocose che mai.
Insieme siamo riusciti a togliere definitivamente il pannolino, e in vacanza Sofia è stata bravissima a dirmi sempre quando doveva andare in bagno, rendendo il nostro soggiorno molto più facile e naturale.
Il nostro terzo anno in Toscana è andato bene, nonostante la stanchezza che spesso ci ha spinti a pensare a quanto sarebbe stato bello fare una vacanza per riprenderci dalla vacanza, è sentiamo già la mancanza delle ferie, che sembrano già troppo lontane.
Ma il divertimento per Sofia non è finito perché al ritorno dalle vacanze, dopo qualche giorno, più precisamente il 25 Luglio, è stato il suo compleanno.
Mia figlia ha compiuto tre anni, e insieme a lei sento di averli compiuti anche io. Tre anni fa sono diventata mamma, l’ho stretta per la prima volta tra le mie braccia e sono rinata insieme a lei, pronta per la nostra meravigliosa vita insieme. In questi tre anni ho imparato a crescerla con tutto l’amore possibile, ad insegnarle tutto ciò che so e a lasciare che sia lei ad insegnarmi a fare la mamma. Ho imparato a sgridarla, a cercare di farle rispettare le regole, a giocare insieme a lei, a divertirci insieme e a cercare di tenere a bada le mie paure, che da quando è nata si sono moltiplicate per due.
Sono stati i tre anni più belli della mia vita, ed è stato bellissimo festeggiarli in un luogo dove sono cresciuta, circondata dai sorrisi e dall’affetto di tutte le persone che la amano e le stanno vicine sempre.
Sofia era felicissima, con i suoi piatti e bicchieri dei Minions, la sua buonissima torta di Masha e Orso e con i tanti sacchetti pieni di regali e i palloncini. Si è divertita tantissimo a giocare con il suo amato cuginetto Luigi e a correre da una parte all’altra, senza mai perdere le energie.
Questo terzo compleanno è stato un nuovo traguardo per Sofia e per la nostra famiglia, un momento da festeggiare e da incorniciare tra i ricordi più belli. Anche se il momento più bello per me è quando torniamo a casa e ci godiamo noi tre insieme tutti i giocattoli nuovi.
Tra i regali che Sofia ha ricevuto c’è la sua prima macchina fotografica, regalata da mamma e papà. La fotografia è una passione che Sofia sta maturando giorno dopo giorno, trasmessa dal suo papà, che condivide questo suo interesse con lei. Ogni giorno Sofia mi chiede di sfogliare gli album di foto e in vacanza ha voluto che le comprassi una macchina fotografica usa e getta. Per questo motivo abbiamo deciso di comprargliene una da bambini, per aiutarla a sviluppare la sua creatività attraverso questa sua nuova ed entusiasmante passione artistica.
Oltre ai regali materiali Sofia, e la nostra famiglia in generale, ha ricevuto un dono molto più importante: un gattino bianco e nero, preso dal gattile del Monte Gazzo.
Era un lunedì, quando siamo arrivati davanti alla sua gabbietta e vedendo che Sofia lo prendeva subito in braccio abbiamo capito immediatamente che era quello giusto. Ora il nostro piccolo Joey, di quasi tre mesi, è diventato a tutti gli effetti il fratellino peloso di Sofia. Sono inseparabili, giocano tutto il giorno, si addormentano alla stessa ora e si svegliano insieme. E da quando lui vive con noi ho notato un cambiamento molto forte in mia figlia. E’ maturata, sta attenta al suo gattino, gli porta da mangiare, cerca di insegnargli le regole che lei stessa ha imparato e mi avvisa ogni volta che lui fa qualcosa che sa che potrebbe darmi fastidio. Mi aiuta molto in questo, lo tiene lei e lo fa giocare ogni volta che io devo pulire oppure ho da fare in casa. Ci sta attenta e lo riempie di attenzioni e amore, ricevendone altrettanto in cambio. Regalare un gatto a Sofia è stata una decisione molto significativa per me ed anche se in alcuni momenti è stancante badare ad entrambi, mi sento ancora più felice e completa vedendo i grandi progressi che fa Sofia.
Crescere con un animale domestico è molto bello per i bambini, li responsabilizza, fa capire loro cosa significa pensare ad un altro essere e a prendersene cura.
Ora Sofia non è più da sola, ed io sono felice del nuovo arrivo in questa nostra bellissima famiglia.
Aspettando settembre e l’inserimento all’asilo non ci resta che giocare senza pensieri e goderci l’estate, tra mare, giardini, belle serate e fusa, sorridendo e vivendo nuove esperienze da raccontare.

Chiara Nava

NESSUN COMMENTO