Diario di una mamma: crescere e maturare in vacanza

Anche quest’anno è arrivato il tanto atteso momento di partire per le ferie.
La nostra tappa di quest’estate è stata la stessa dello scorso anno: la Toscana.
Il momento di preparare le valigie, per una mamma, penso sia sempre un momento un po’ di agitazione. Quanti volte al giorno si sporcherà? Quante volte dovrò cambiarla? Sempre meglio mettere in valigia qualcosa in più, che qualcosa in meno. E con questi pensieri in testa ho preparato una valigia per me e Sofia degna di una vacanza di un mese. Ma in realtà noi siamo partiti solo per una settimana.
La nostra settimana in giro per la Toscana è stata speciale, non solo perché ci ha permesso di stare insieme e visitare luoghi meravigliosi come Siena, San Gimignano, Volterra, Castagneto Carducci, Grosseto e Bolgheri, ma ha anche fatto crescere improvvisamente la nostra Sofia.
Negli ultimi tempi, reduce anche da un trasloco, Sofia era spesso agitata e nervosa, arrivando quasi a diventare prepotente e arrabbiandosi ogni volta che anche per poco non riceveva attenzioni.
Durante la vacanza ha avuto modo di riposarsi e di passare molto tempo con altri bambini, riuscendo a socializzare sempre di più e dimostrando grande maturità a livello caratteriale.
Il nostro rapporto si è rafforzato ancora di più, e Sofia ha abbandonato il suo stato agitato degli ultimi mesi, tornando ad essere tranquilla e serena come un tempo.
Crescendo diventa ogni giorno più educata, ringrazia ogni volta che le viene dato qualcosa o che ottiene ciò che vuole, e tutte le volte che si rende conto di aver fatto qualcosa di sbagliato viene subito a chiedere scusa di sua spontanea volontà, ascoltando attentamente le mie spiegazioni.
Se prima di partire era diventata un po’ più sedentaria, ora non vede l’ora di uscire e divertirsi, anche solo con qualche passeggiata con mamma e papà.
E’ capitato un po’ di volte di mangiare al ristorante e con mia grande sorpresa Sofia è stata seduta tranquilla a mangiare, senza agitarsi o volersi alzare dal tavolo, imparando anche che quando si mangia non si può sempre giocare.
Credevo che il suo cambiamento fosse dovuto all’ambiente di Marina di Bibbona, ideale per le vacanze con dei bambini, vista la presenza, oltre che del mare, anche della pineta, del parco giochi e di Bibbolandia, un parco aperto di sera per potersi divertire alla loro età. Ma il cambiamento di Sofia è andato avanti anche una volta tornati a casa, confermandomi che la sensazione di vederla maturata non era solo relativa alla vacanza ma proprio alla sua personalità.
Ora, nonostante abbia solo due anni, la inizio a vedere come una signorina, sempre sorridente e piena di voglia di fare, che non si arrende mai e lotta con tantissima forza e tantissimo orgoglio per superare ogni difficoltà.
Avendo avuto modo di conoscere altri genitori durante la vacanza, ho finalmente capito che tutte quelle paure, quelle ansie e quella stanchezza, non fanno parte solo delle mie giornate ma di quelle di tutte le mamme e di tutti i papà. Inoltre, ho avuto modo di scoprire che gli atteggiamenti di Sofia che spesso mi facevano agitare oppure mi preoccupavano, sono comportamenti tipici dei bambini di quest’età e che con il tempo e i vari cambiamenti che avvengono naturalmente alcune situazioni sarebbero finite.
E’ stata una vacanza bellissima e molto divertente, ma soprattutto è stata una vacanza che ci ha fatti sentire meno soli e che ha donato tantissimi insegnamenti sia a noi genitori che alla nostra piccola Sofia, che adesso è diventata molto più matura, dolce e tranquilla.
Organizzare le ferie con dei bambini piccoli è sempre una scommessa. Non potremo mai prevedere come si troveranno o come si comporteranno lontani da casa. Ma quest’anno Sofia ci ha davvero sorpresi in positivo, perciò posso solo consigliare alle mamme che, come me, alla sola idea di cambiare le abitudini e gli equilibri dei propri figli vanno nel panico, di non lasciarsi frenare troppo dalle paure, perché alla fine poi potranno sorprendersi e crescere insieme ai loro bambini.

Chiara Nava

NESSUN COMMENTO