Diario di una mamma: il compleanno di Sofia

Il 25 Luglio Sofia ha compiuto due anni. Ed è come se li avessi compiuti anche io.
Due anni fa, il 25 Luglio 2012, Sofia è nata ed in piena notte io l’ho stretta per la prima volta tra le mie braccia. E’ stata la notte più lunga ed emozionante della mia vita. Ero piena di paura, così giovane e inesperta, e non vedevo l’ora di poter finalmente conoscere mia figlia, che per nove mesi aveva vissuto insieme a me, nel mio pancione.
Sono passati due anni, ma le emozioni sono sempre molto forti, così come i momenti di felicità e di orgoglio nel vivere insieme a lei.
In questi due anni Sofia è cresciuta e come la maggior parte dei bambini della sua generazione ha dimostrato tutta la sua intelligenza e tutta la sua indipendenza.
Nei giorni precedenti al suo compleanno, ho iniziato a dirle che presto avremo festeggiato perché stava per compiere due anni, e Sofia aspettava con ansia questo momento e, ovviamente, quello della torta.
E’ incredibile come i bambini riescano ad emozionarsi e a divertirsi anche solo all’idea di dover vivere il giorno del loro compleanno.
Abbiamo deciso di festeggiare all’aria aperta con i parenti più stretti e i nostri migliori amici, che per Sofia sono veri e propri zii. Le risate e la felicità nello sguardo di mia figlia sono stato il regalo più bello per me, che ho festeggiato i miei primi due anni da mamma.
E’ stata una giornata speciale, così come speciale è sempre il tempo passato insieme, soprattutto se all’insegna del divertimento della nostra piccola.
Sofia ha mangiato la sua torta di Winnie The Pooh con gusto, stupendosi di vedere il suo orsetto preferito colorato di zucchero e cioccolato. Il momento dei regali è stato divertente e pieno di sorprese, perché Sofia è impazzita di gioia in mezzo a tutti quei nuovi giocattoli e vestitini che non si aspettava di ricevere.
Avendo appena dovuto affrontare un trasloco, Sofia era in un momento di cambiamento proprio come noi, ma nonostante questo ha dimostrato tutta la forza e la gioia del mondo nel giorno della sua festa, così come nei giorni a seguire, in cui ha saputo ambientarsi nella casa nuova come se ci abitasse da sempre e sicuramente molto meglio di mamma e papà.
La festa di Sofia ha lasciato gli strascichi nella felicità della mia bambina, che non perde occasione di raccontarmi cosa ha fatto quel giorno e chi era presente alla festa. Ed in questi momenti mi stupisce sempre con qualche parolina nuova, ora che ormai riesce a parlare sempre meglio.
Ma l’emozione più forte di questi giorni l’ho provata nel momento in cui, mentre eravamo sdraiate sul lettone a leggere una favola, Sofia mi ha detto “Ti voglio bene” per la prima volta. In quel momento ho capito cosa vuol dire essere amati davvero, che non ha nulla a che vedere con l’amore che si può provare per un compagno, un parente o un’amica, è puro e semplice amore incondizionato.
Sono felice di come Sofia stia crescendo, nonostante non sia sempre tutto rosa e fiori e nonostante io debba impegnarmi ogni minuto del giorno per cercare di spiegarle cosa si può fare e cosa no, visto che è arrivata nella fase in cui vuole sperimentare ogni cosa, anche quelle pericolose.
Fare la mamma è sempre più complicato, ma sempre più bello, e non smetterò di affermare che sono felice e fiera di esserlo diventato così giovane, perché per me non è affatto stata una rinuncia, ma solo un’immensa vittoria. E per questo devo ringraziare solo Sofia, che ha reso e continua a rendere questa avventura da mamma davvero meravigliosa.
E ora non mi resta che fare ancora tanti auguri di Buon Compleanno alla mia piccola Sofia, che in questi due anni mi ha insegnato ad amare e ad essere mamma.

Chiara Nava

NESSUN COMMENTO