Diario di una mamma: cambiamenti importanti

Settembre 2015 è ormai arrivato.
Per molti è un mese come un altro, ma per me no, per noi no.
Settembre 2015 è il mese d’inizio di un nuovo e bellissimo periodo per la nostra famiglia, soprattutto per Sofia. La mia bambina è diventata grande, e tra qualche giorno inizierà il suo primo anno di asilo.
Lei non vede l’ora di iniziare, di stare insieme agli altri bambini e divertirsi.
Io, anche. Non vedo l’ora che inizi questo nuovo periodo, questa nuova vita. Non vedo l’ora di vedere Sofia felice e di condividere questi cambiamenti e questi nuovi traguardi insieme a lei.
Nello stesso tempo, però, avendo passato gli ultimi tre anni in totale simbiosi con mia figlia, ho un po’ paura. Sono spaventata, lo ammetto, ma non per lei che so già che si troverà bene e si divertirà, ma per me che non so più come si fa a stare da sola.
Sono abituata a passare giornate intere insieme a lei, ad occuparmi costantemente dei suoi bisogni, spesso dimenticando i miei. Mi sembra veramente strano pensare a come sarà passare così tante ore al giorno lontana da lei, e so con certezza che sarà più traumatico per me che per Sofia.
Ma sono tanto emozionata, lo sono stata mentre compravamo i primi grembiulini e mentre sceglievamo con cura lo zainetto giusto per il suo ingresso nel mondo dei più grandi.
Ci siamo allenate sin dalla primavera a passare tutte le mattine con altri bambini, imparando a fare amicizia, a socializzare e a crescere in compagnia, ed è andata benissimo.
Per questo motivo so che siamo pronte, più lei di me ovviamente, ma lo siamo davvero, e non vedo l’ora.
Il 7 Settembre ci sarà la riunione dei genitori ed io non sto più nella pelle. Sono curiosa di conoscere i genitori degli altri bambini, di scoprire le regole che dovremo seguire e che dovrà seguire mia figlia, e scoprire cosa significa tornare nell’asilo dove sono andata anche io, però nel ruolo di mamma.
Il 9, il 10 e l’11 Settembre, invece, ci sarà l’inserimento e per tutte tre le mattine passeremo due ore all’asilo, insieme. Scopriremo come si sta in quell’ambiente, conosceremo i dettagli di questo nuovo luogo che ospiterà Sofia per tre anni e ci divertiremo tanto, ne sono sicura.
Sarà bellissimo affrontare tutto insieme e condividere per tre giorni queste fortissime emozioni.
Dal 14 Settembre, infine, l’asilo inizierà a tutti gli effetti, ma noi saremo pronte e forti per affrontare questo nostro primo distacco, spaventoso e bellissimo allo stesso tempo.
E mentre Sofia fa il conto alla rovescia nell’attesa di cominciare, io mi rendo ogni giorno più conto che è lei ad insegnarmi a vivere e ad accompagnarmi nella mia crescita personale. Sono io ad aver bisogno di lei, ad avere paura. Sofia, invece, è coraggiosa, testarda, socievole, ambiziosa, ribelle e piena di voglia di provare qualsiasi nuova esperienza.
Il tempo è volato, questi tre anni sono passati alla velocità della luce, e a me sembra ieri di aver partorito, di averla stretta tra le mie braccia per la prima volta, e di aver iniziato questa meravigliosa avventura insieme a lei, quando era ancora così piccola da addormentarsi sempre sopra il mio petto.
Ora, invece, ho una signorina in giro per casa, che si guarda allo specchio per vedere come sta, che vuole sempre leggere un libro, che mette i dvd nel lettore da sola per guardarsi i film che vuole vedere e che mi aiuta a fare la spesa o a dare da mangiare al gatto. Una piccola donna che in questi tre anni è cresciuta bene, rendendomi sempre più orgogliosa, ed insegnandomi tutto ciò che so sull’essere mamma.
Tra pochi giorni per noi inizierà una nuova vita, e sarà bellissimo.
Bellissimo come questi nostri tre anni insieme.

Chiara Nava

NESSUN COMMENTO