Diario di una mamma: ogni bambino sa come fare ad essere sempre al centro dell’attenzione

I giorni scorrono veloci e senza neanche che ce ne accorgiamo passano i mesi e continuiamo a crescere insieme, sorridendo ad ogni passo avanti, ad ogni piccola conquista.
Sofia continua ad assaggiare nuovi sapori, come l’omogeneizzato di pesce oppure la merenda allo yogurt, ed è sempre felice e grata di quello che le viene dato da mangiare.
Continua a fare passi avanti nella sua veloce crescita rendendoci sempre più orgogliosi di lei, come ogni genitore con il proprio bambino.
A tal proposito qualche settimana fa abbiamo affrontato anche la visita oculistica dei sei mesi ed abbiamo avuto la conferma che Sofia ci vede benissimo e segue con lo sguardo tutti i movimenti.
La dottoressa ci ha spiegato che è presto per vedere un’eventuale miopia o problema di altro genere perché l’area di visione della piccola è ristretta, ma sicuramente per ora sta andando tutto per il meglio.
E’ arrivato il momento in cui Sofia riesce finalmente a stare seduta da sola, risultando spesso buffa e un po’ goffa quando per sbaglio si sdraia sul letto e non riesce ad alzarsi, così tira in avanti le manine per chiedere un aiuto a me e al suo papà.
Arrivate a questi mesi le mamme iniziano a notare come ogni giorno i loro figli riescano ad imparare qualcosa di nuovo e ad applicarlo subito, diventando sempre più pronti ad essere grandi.
E’ finito il periodo in cui ci sembra quasi di avere tra le braccia dei dolci bambolotti, ora iniziano a muoversi da soli, a giocare da soli, a farsi capire e ad interagire sempre di più.
E’ bello come due genitori riescano piano piano a diventare una cosa sola con la propria creatura, come riescano a conoscerla e a capirla senza il bisogno delle parole.
La nostra piccola, ad esempio, quando vuole attirare l’attenzione su di noi finge di tossire. Le prime volte siamo corsi da lei per assicurarci che stesse bene e lei ha capito che quello era il modo giusto per attirarci a sé.  Ogni bambino capisce sempre come fare ad essere sempre al centro dello sguardo dei suoi genitori.
Riescono a farci capire se vogliono essere cambiati, se sono affamati, se vogliono dormire ma non ci riescono. Il linguaggio infantile è ricchissimo, i nostri cuccioli sono sempre più svegli, e noi mamme cerchiamo in tutti i modi di stare dietro ai loro progressi ed entrare a far parte del loro mondo di espressioni e gesti così pieni di comunicazione.
Altri due progressi di Sofia sono stati imparare da sola a battere le mani e a dire “ciao” con la manina. L’ha fatto improvvisamente, senza che glielo insegnassimo. Era talmente abituata a vedere tutti che la salutavano aprendo e chiudendo la mano che un giorno in un negozio ha salutato una signora, stupendo sia me che il suo papà. Così come il battere le mani, piccola conquista ottenuta senza l’aiuto di nessuno, guardando alla tv il video della sua canzone preferita: Guantanamera di Zucchero.
Mia figlia è un’appassionata di musica, proprio come i suoi genitori. In casa un sottofondo musicale non manca mai, e lei si incanta ad ascoltare le note e i testi, cominciando a riconoscere delle canzoni e dimostrando le sue preferenze.
Ama molto quando io o il suo papà la facciamo ballare e a volte inizia a fare una lunga serie di versetti come se volesse anche lei cantare una canzone.
Tra i suoi giochi preferiti ci sono i libri e questo fa di noi, appassionati lettori, genitori orgogliosissimi.
Spero davvero che crescerà perdendosi tra le pagine dei mille libri che le regaleremo, vivendo sempre nuove e appassionanti letture.
Credo che i libri per bambini siano uno dei giochi più belli e appassionanti che ci siano. Grazie a loro possiamo aiutarli a espandere la loro fantasia e creatività, spingendoli ad inventare sempre qualcosa di nuovo e divertente che possa sviluppare le loro capacità.
Per me, come per ogni altra mamma, vedere come il tempo e le capacità di mia figlia portino ad avere piccoli e grandi successi insieme, mi fa sentire bene, mi fa sentire adulta e in qualche modo speciale, perché tutto questo rende ogni singolo giorno unico da vivere.
Con l’arrivo di Sofia i giorni sono diventati tutti speciali, tutti ricchi di nuove conoscenze, di nuove idee, di giochi, risate e mille cose da fare. Sofia ha riempito i nostri momenti, così come ha riempito il nostro cuore.
E la sera si va a dormire sfiniti, privi di ogni forza, stanchi come mai siamo stati, ma pieni di tutti i sentimenti che si possono provare e pieni di infinite vittorie.

Chiara Nava

NESSUN COMMENTO