Coppa Davis a Genova: Italia e Francia in vista dei match

Coppa Davis a Genova

La pioggia non ferma la corsa di avvicinamento di Italia e Francia al quarto di finale di Coppa Davis che si giocherà a Genova allo Stadio Beppe Croce di Valletta Cambiaso dal 6 all’8 aprile. Le condizioni meteo hanno cambiato i piani delle due Nazionali che si sono allenate una, quella azzurra, al Park, e l’altra, quella transalpina, al Tc Genova.

Oltre ai giocatori di livello che parteciperanno agli incontri di venerdì, sabato e domenica, sarà l’occasione per rivedere due grandi campioni del passato ora allenatori delle reciproche squadre nazionali: da un lato in nostro Corrado Barazzutti e dall’altro Yannick Noah.

Ecco le loro dichiarazioni in merito ai match che attendono i loro giocatori:

Corrado Barazzutti ha salutato Genova che negli ultimi anni ha ospitato più volte la Nazionale: “Abbiamo già giocato a Genova con la Svizzera e ci siamo sempre trovati bene sia a Valletta che poi nel 2015 per la Fed Cup a Fiumara. Abbiamo perso in entrambi i casi ecco, mi auguro solo che l’esito della sfida con la Francia questa volta sia diverso, nutriamo buone sensazioni. Tutti i ragazzi stanno bene , sono preparati e concentrati. La sfida è difficile ma equilibrata. I francesi sono attaccatissimi alla maglia della nazionale, ma sarà dura anche per loro”.
Ad accogliere gli azzurri ci sarà una cornice di pubblico straordinaria: “Ci fa senza dubbio grande piacere sapere che l’affluenza di pubblico sarà massiccia e che ci sarà il tutto esaurito – continua Barazzutti – il tifo in coppa Davis è un valore aggiunto. Per quanto riguarda il fondo del campo devo dire che è davvero perfetto, non poteva essere meglio di così, siamo davvero soddisfatti”.

Parole al miele per Genova arrivano anche dal capitano francese Yannick Noah: “Quando viaggiamo per la Davis abbiamo poco tempo chiaramente per visitare i luoghi, ma abbiamo passeggiato al porto antico ristorante e la città mi è sembrata carina e accogliente. Speriamo nel tempo, perché lo stadio mi sembra davvero fantastico e sono curioso di vedere gli spalti gremiti con il sole.  Anche se è piovuto un pochino non abbiamo avuto problemi a allenarci all’aperto e al coperto, sia a Valletta sul Beppe Croce che al coperto e all’aperto sui campi del TC Genova , un circolo dove si respira la storia del tennis, e quindi siamo pronti. La partita è difficile, e non si tratta solo di Fognini. E’ Italia contro Francia, non Fognini contro Francia. Gli italiani sono tutti bravi e in Giappone sono stati eccezionali”.

I biglietti per assistere alle tre giornate di Coppa Davis sono esauriti, ma c’è ancora una possibilità per vedere all’opera Fognini e compagni. Fino alle 15 di giovedì 5 aprile, grazie a WyLab, sul portale Charitystars sarà possibile partecipare all’asta per aggiudicarsi due abbonamenti di “primary position” per la sfida Italia-Francia. Il ricavato della vendita dei tagliandi sarà devoluto alla Flying Angels Foundation.

La marcia di avvicinamento al quarto di finale di Coppa Davis è ormai quasi conclusa. Domani alle 11,30 è in programma il sorteggio delle gare a Palazzo San Giorgio.

NESSUN COMMENTO