Cogoleto, storie di scali, di pescatori e la casa di Cristoforo Colombo

Secondo la tradizione locale, ma anche secondo alcuni storici fu proprio Cogoleto a dare i natali al navigatore Cristoforo Colombo.

Cogoleto vista dalla spiaggia
Cogoleto vista dalla spiaggia

L’itinerario di oggi ci ha portato a Cogoleto, siamo nel comune più a ponente della Città Metropolitana di Genova.
Secondo la tradizione locale, ma anche secondo alcuni storici fu proprio Cogoleto a dare i natali al navigatore Cristoforo Colombo.

Cogoleto e la casa di Cristoforo Colombo

Michela davanti alla casa di Cristoforo Colombo
Michela davanti alla casa di Cristoforo Colombo

In via Rati si trova la casa attribuita a Cristoforo Colombo, i decori della facciata risalgono al 1650 e furono commissionati da un prete discendente della famiglia di Colombo.
All’epoca la casa, abitata per generazioni da discendenti di Colombo, si presentava come un’abitazione di due soli piani, il terzo fu aggiunto successivamente e nel 1872 fu restaurata per rimediare ai saccheggi che i viaggiatori avevano fatto negli anni per portarsi via un mattone o una pietra in ricordo della loro visita.
In piazza Giusti invece si trova il monumento dedicato a Cristoforo Colombo, un busto marmoreo che risale al 1864
Il centro storico è costituito da una unica strada interna (via Rati e via Cristoforo Colombo) formata da tante case serrate tra loro e intervallate da vicoli e piazzette che si affacciavano sul mare, chiamate scali, che consentivano ai marinai di salpare e di tirare in secco le imbarcazioni.
Gli edifici più antichi della cittadina risalgono al X secolo e sono situati tra il rivo Terroso (Terrusso), che scorre sotto piazza Antonio Giusti, e la chiesa di Santa Maria Maggiore.
Non tutti sanno che in questa zona, sul mare, anticamente si trovava un castello, di forma rettangolare con massicce mura e due torre di avvistamento sul mare. Fu fatto abbattere da Napoleone Bonaparte in quanto era di impedimento alla costruzione della strada Nizza – Roma

LE PASSEGGIATE A LEVANTE E A PONENTE
Cogoleto è collegata verso levante ad Arenzano con una passeggiata sul mare dotata di pista ciclabile e realizzata sul tracciato della vecchia ferrovia.
Il lungomare è intitolato al cantautore genovese Fabrizio De André ed è stato inaugurato nel 2006.
La passeggiata prosegue anche a ponente fino all’inizio della passeggiata Europa di Varazze, anch’essa sul vecchio tracciato della ferrovia Genova-Ventimiglia.
Percorrendo queste passeggiate, intervallate da diverse gallerie della vecchia ferrovia, si incontra una natura rocciosa a macchia mediterranea che fa capire come doveva essere l’aspetto originario della regione prima dell’intervento dell’uomo.

NESSUN COMMENTO