Il mondo del lavoro è in continuo movimento, sempre pronto a reagire alle oscillazioni dei mercati e ad intercettare nuove richieste da parte di utenti e consumatori nel nome della performance e della massimizzazione del fatturato. Per far sì che qualsiasi operazione possa risultare fluida e di facile esecuzione è necessario che i vari ingranaggi interni che compongono ciascuna realtà lavorativa girino sempre in maniera armonica.

Condizione necessaria affinché questo accada sarà assicurarsi un alto livello di controllo per tutto quello che riguarda entrate, uscite e tutte quelle operazioni finanziarie necessarie per mandare avanti e sviluppare il business. Anche perché, lo sappiamo bene, è sempre necessario sia per il professionista che per la realtà aziendale a prescindere dalle sue dimensioni, prediligere gli acquisti digitali eliminando al tempo stesso i contanti e puntando a semplificare la gestione e il monitoraggio della contabilità. Ecco perché sarà utile dotarsi di una carta con IBAN aziendale, intestata all’attività, grazie alla quale risulterà facile gestire e mettere in pratica diversi tipi di operazioni. Per approfondire il tema consigliamo la lettura di questo approfondimento https://qonto.com/it/tips/sme/carta-con-iban-aziendale: ad ogni modo nei paragrafi successivi forniremo un’utile panoramica relativa ai vantaggi di scegliere una simile soluzione per il proprio business.

Freelance, startup e PMI: ecco a chi conviene sceglierla

Nel caso di una PMI oppure di una start up la scelta di attivare una carta aziendale con IBAN si rivelerà vincente dal momento che, in questo modo, sarà estremamente agevole monitorare i pagamenti in uscita: ciò consentirà anche di ottimizzare i tempi relativi alla gestione degli aspetti contabili. I dipendenti, peraltro, non dovranno più anticipare il denaro necessario per effettuare determinate spese connesse alle loro mansioni. Si potrà inoltre eliminare sia l’impiego di contanti che l’utilizzo degli assegni. Nel caso di lavoratori autonomi (freelance e liberi professionisti con partita IVA), potranno anch’essi trovare vantaggi nell’attivazione della carta aziendale: qui potranno essere effettuati bonifici e pagamenti grazie all’IBAN e dunque controllare in maniera facile e veloce la tabella dei pagamenti.

I movimenti si controllano via app, le spese sono ridotte e il servizio clienti è efficiente

Attraverso le carte con IBAN aziendali come quelle offerte da Qonto – istituto di pagamento francese votato al supporto di imprese e professionisti nella gestione finanziaria – i giustificativi di spesa dei lavoratori potranno essere del tutto digitalizzati, agevolando il lavoro degli amministrativi. Grazie all’app a disposizione sarà anche possibile effettuare veloci verifiche sui movimenti del conto corrente aziendale (in qualsiasi momento e ovunque, anche in trasferta e lontano dalla postazione di ufficio). E’ poi evidente come ottimizzando gli aspetti tecnici si potrà dedicare un tempo maggiore allo sviluppo del business. Nel caso si scelga di rivolgersi per l’attivazione della carta con IBAN aziendale a istituti di pagamento digitali saranno limitati anche i costi (rispetto a quelli da sostenere invece per le operazioni di sportello nelle filiali). Poter sempre contare, infine, su un servizio clienti sempre disponibile e reattivo – via web o cellulare – rappresenta un ulteriore vantaggio e la certezza di un servizio attento ed efficiente.

NESSUN COMMENTO

RISPONDI