Andrea Pozza Trio sul palco del Louisiana Jazz Club

andrea pozza

Giovedì 4 ottobre il trio di Andrea Pozza si esibirà al Louisiana Jazz Club di Genova. La ritmica sarà affidata ad Aldo Zunino al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria. Una serata all’insegna dell’immenso Songbook americano e delle creazioni originali del pianista ligure. Swing, groove, melodia, armonia e passione sono solo alcune delle caratteristiche che sapranno trascinare e coinvolgere il pubblico in un concerto che si preannuncia indimenticabile.

Andrea Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale che lo ha visto protagonista in Estremo Oriente, in America ed in Europa. Pianista genovese è attualmente riconosciuto dalla critica e dal pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione.
Musicista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è sia leader carismatico sia partner ideale per grandi artisti che trovano in lui empatia e innato interplay.
Andrea Pozza ha debuttato a soli 13 anni e da allora si è esibito al fianco di alcuni “mostri sacri” della storia del jazz: Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese, Steve Grossman e molti altri ancora. Intensa la sua attività concertistica che lo porta costantemente in tour in Italia e in Europa, dalla Gran Bretagna alla Svizzera, dalla Germania al Portogallo, alla guida delle formazioni a suo nome. Pozza collabora stabilmente, tra gli altri, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Jesse Davis, Tullio De Piscopo, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri e tanti altri. Andrea Pozza è inoltre protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome, tra questi, l’album più recente si intitola “Siciliana” realizzato in trio con Andrew Cleyndert e Mark Taylor (Trio Records, Inghilterra, 2016), preceduto da “I Could Write a Book” (Gennaio 2014) e “Who cares?” (Dicembre 2014) in super audio cd e vinile, in duo con Scott Hamilton; “A Jellyfish From The Bosphorus” (ABEAT REC, 2013) in trio, inciso tra l’Italia ed il Regno Unito e “Gull’s Flight”(ABEAT REC, 2011) realizzato con l’Andrea Pozza European Quintet e che coinvolge i musicisti inglesi e olandesi.

Apprezzato sideman di grandi artisti italiani ed internazionali, Aldo Zunino, ha festeggiato nel 2015 i 30 anni di carriera regalandosi il suo primo progetto in trio a suo nome. All’età di diciassette anni, dopo lo studio del pianoforte e della chitarra, inizia a suonare il contrabbasso. Già a diciotto anni intraprende la sua carriera professionale suonando in tutto il Nord Italia con i musicisti più rappresentativi del territorio.
Vince nel 1992 il premio “AICS JAZZ” ed inizia la sua attività didattica. La sua attività concertistica si estende rapidamente in vari paesi: Francia, Germania, Gran Bretagna, Svizzera, Slovenia, Croazia, Spagna, Portogallo, Austria, Brasile, Russia, Tuchia, Usa, etc. Si è esibito in festival Internazionali e Nazionali e in “storici” Jazz Club come il Birdland di New York, il Ronnie Scott’s a Londra, il New Morning ed il Sunset a Parigi, Burghausen Jazz Club in Germania, solo per citarne alcuni. Lunghissimo è l’elenco delle sue collaborazioni che lo vedono al fianco di mostri sacri del calibro di Gianni Basso, Franco D’Andrea, Enrico Rava, Franco Cerri, Benny Golson, Jimmy Cobb, Harry Sweets Edison e moltissimi altri. Zunino affianca, alla incessante attività live, anche l’attività didattica.

Rodolfo Cervetto batterista trasversale nei generi, dal free jazz, al jazz europeo e alla musica classica. Si esibisce in festival, jazz club e teatri in Italia e all’estero. Dal 2006 insegna batteria nel corso del Louisiana jazz school. Dal 2005 è assistente ai corsi jazz del conservatorio Vivaldi di Alessandria. Dal 2007 è assistente ai corsi jazz del conservatorio Ghedini di Cuneo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAl via la nuova stagione del Casa Mia Club: ecco i primi eventi
Prossimo articoloItalia Tattoo Convention: la prima tappa del tour all’RDS Stadium
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO