Al IX Festival dell’Acqued8 “Macbeth Banquet”: la riduzione dell’opera scespiriana a monologo con cenni di dialetto lombardo

Venerdì 21 luglio, alle 21.30, il IX Festival Teatrale dell’Acquedotto ospita la compagnia Teatro Invito, con lo spettacolo Macbeth Banquet in Piazzale Bligny (Coop). Una riduzione del Macbeth scespiriano a monologo, con inserti di dialetto lombardo. L’idea nasce dal fatto che nel testo esistono corpose parti narrative che possono essere assorbite da un solo attore che interpreti anche raccontando i gesti e i pensieri dei diversi personaggi.

La tragedia è ambientata all’interno della cucina del castello a Inverness. Questo ambiente ricorda sia i locali popolari dell’epoca vittoriana – spesso scelti da Shakespeare per scene cardine – sia l’idea di un luogo dove si cucinano piatti oscuri e macchinazioni crudeli.

La scenografia è composta di oggetti di uso comune (pentole, vasellame, coltelli, attrezzi da cucina) in un’ambientazione scabra. Le azioni alludono alla preparazione del Banchetto in cui apparirà il fantasma di Banquo.

Un banchetto «casalingo» per un assassinio perpetrato tutto in famiglia, in cui le ambizioni del protagonista svaniranno in una nuvola di vapore.

L’azione scenica sarà accompagnata da musica dal vivo: la chitarra di Maurizio Aliffi che dialogherà con l’interprete in una vera e propria tragedia musicale.

Tutti gli approfondimenti sul Festival sul sito: www.teatrortica.it ZENAZONE.IT – www.zenazone.it media partner del IX Festival Teatrale dell’Antico Acquedotto.

Informazioni e prenotazioni:
010.8380120 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13)
389.1459694 (dal lunedì alla domenica dalle14.00 alle 20.00)
segreteria@teatrortica.it

INGRESSO LIBERO

CONDIVIDI
Articolo precedenteUno spettacolo tragicomico a Villa Durazzo: al Festival dell’Acqued8 va in scena Due Ruote
Prossimo articoloLago della Chiusa – Itinerario nell’Antica Selva dell’Orba
Roberta Saettone
Cresciuta di pari passo con il web, ho sviluppato una grande passione per la comunicazione digitale applicandola ai new media, passando dal giornalismo al copywriting con una forte impronta social. Dopo la collaborazione con alcune redazioni, TeleGenova e una web agency torinese, adesso mi occupo dello sviluppo dei contenuti per ZenaZone integrati al web marketing. Viaggiatrice incallita e curiosa osservatrice, mi piace esplorare ciò che mi circonda senza porre limiti ai miei interessi.

NESSUN COMMENTO