Al Count Basie tre serate a tutta musica: Happy Jazz, Enjoy the Blues e Gravel Path

Count Basie

Da giovedì 27 a sabato 29 ottobre, il Count Basie Jazz Club in vico Tana (GE) propone tre serate all’insegna della musica con Happy Jazz (concerto e jam session jazz), Enjoy the blues (concerto e jam session) e Gravel Path (modernità e tradizione del jazz). Di seguito vi riportiamo il programma completo dell’ultimo fine settimana di ottobre.

Giovedì 27 Ottobre, ore 21:30 – Happy Jazz feat. Andrea Pozza
Ingresso libero + tessera arci
Tutti i giovedì al Count Basie è Happy Jazz: una serata dalle eleganti atmosfere jazz con la magia della jam session. Dopo il concerto di apertura, come di consueto il palco è aperto a tutti i musicisti e cantanti jazz e il pubblico potrà godere della straordinaria atmosfera delle “amicizie musicali” in compagnia di un drink e con la qualità musicale targata Count Basie.

Open band: Andrea Pozza (pianoforte), Stefano Riggi (sax tenore e sax soprano), Gianluca Salcuni (sax tenore), Emanuele Valente (contrabbasso), Giorgio Griffa (batteria).

Dalle ore 23:00 Happy Jazz! Con la guida di Andrea Pozza e dello staff, si alterneranno sul palco i tantissimi musicisti amici e soci: un palco aperto a tutti gli effetti con una passerella di artisti nostrani tutta da vivere e condividere all’insegna dell’amicizia e della “convivialità culturale”.

Venerdì 28 ottobre, ore 21:30 – Enjoy the Blues – concerto e jam session
Ingresso libero + tessera arci
Tutti i venerdì il grande divertimento del blues suonato insieme per una serata ricca di energia dove esplodono le vibrazioni della musica dal vivo. La serata prevede un concerto di apertura e poi la jam session. La jam è una passerella di musicisti che, con la guida del direttore della jam (da contattare a inizio serata da parte dei musicisti interessati), offre una serata sempre imprevedibile e in cui pubblico e artisti, insieme, condividono qualità e divertimento in pieno stile Count Basie Jazz Club.

Sabato 29 ottobre, ore 21:30 – “Gravel Path” di Jacopo Mazza Trio
Ingresso 10 euro + tessera arci
Modernità e tradizione lungo il sentiero sterrato del jazz. Jacopo Mazza (pianoforte), Marco Rottoli (contrabbasso), Ale Rossi (batteria). Giovane talentuoso pianista di Biella, Jacopo Mazza ha collaborato con diversi artisti tra cui Alfredo Ponissi, Antonio Marangolo, Gaetano Fasano, Stefano Solani, Yuri Goulubev, Keith Middleton (New York STOMP).

Gravel Path nasce dalla volontà di vivere la modernità senza prescindere dalla storia passata. L’originalità non può fare a meno dall’amore per la tradizione e del suo studio appassionato, della conoscenza delle storie e dei linguaggi parlati da chi prima di noi ha praticato la musica jazz. È percorrere un sentiero sterrato, mai davvero confortevole, con la voglia di andare avanti e la consapevolezza di tutta la strada già percorsa.

L’Associazione Count Basie organizza circa 150 eventi di sola musica live all’anno senza contributi pubblici né privati ma con la sola forza dei soci: realtà unica nella storia della musica in Liguria. L’anima fervida del Count Basie sono i soci attivi, ogni anno più numerosi, coinvolti dalla causa, che a titolo volontario, e organizzati in comitati di attività, investono spirito e tempo per mantenere questa “chicca” dove la cultura musicale diventa “aria di casa”. Il locale si trova all’interno delle fondamenta dell’antico convento di santa Brigida che risale al 1400,  in vico Tana sulla scalinata di Santa Brigida: una della zona storiche genovesi per la quale il locale, che è un circolo Arci, rappresenta un importantissimo punto di riferimento culturale e sociale.

Il Count Basie è uno spazio libero, familiare e aperto a sperimentazioni e progetti condivisi in una sede di grande valore storico e architettonico, quale è l’antico convento di Santa Brigida. Perché pensiamo che l’incontro e l’educazione culturale siano un buon antidoto all’omologazione imposta dai fenomeni di massa; crediamo nella bellezza, nella socialità e nella partecipazione per la crescita culturale e civile; rifiutiamo discriminazione, violenza, degrado ed emarginazione; sosteniamo le professioni artistiche con un “palco condiviso” e  con un’accurata offerta per gli appassionati.

Fiore all’occhiello dell’Associazione è la sua sezione di didattica musicale laboratoriale per i soci: il Count Basie Lab, che organizza da molti anni corsi di musica d’insieme: il primo livello a cura di Gianluca Tagliazucchi (lunedì sera) e il secondo livello con Stefano Riggi (mercoledì sera); non mancheranno poi le consuete prestigiose masterclass con grandi artisti: la prossima sarà con Furio Di Castri domenica 20 Novembre 2016, con speciale concerto a seguire.

Count Basie è sempre cultura a tutto tondo, come conferma il grande spazio offerto alle arti visive  con il progetto Count Basie Art Room che ospita mostre e exhibit degli artisti soci, con quel tocco in più che gli accoglienti ambienti in pietra, archi e luci soffuse del Count Basie sanno dare.

NESSUN COMMENTO