Riprende nel Tigullio l’attività dell’AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Nel Tigullio, dopo circa un anno di inattività forzata dovuta alla mancanza di risorse umane, riprende l'attività istituzionale dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Nel Tigullio, dopo circa un anno di inattività forzata dovuta alla mancanza di risorse umane, riprende l’attività istituzionale dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla attraverso il Gruppo Operativo del Tigullio, con sede a Chiavari in Via Franceschi 42.

E’ infatti grazie alle attività di reclutamento e promozione sul territorio che AISM potrà di nuovo mettere a disposizione delle circa 90 persone con SM (conosciute) – distribuite tra le cittadine e l’entroterra — i servizi di assistenza e supporto all’autonomia, i servizi di trasporto attrezzato e informazioni per le famiglie.
Naturalmente le attività di reclutamento proseguono con l’intento di incrementare il numero di volontari e aumentare di seguito le attività riservate alle persone con SM.
Chi fosse interessato a diventare Volontario AISM potrà rivolgersi presso i nostri uffici di Chiavari per tutte le informazioni del caso.
Il 25 maggio alle ore 11, presso la sede di Via Franceschi 42 a Chiavari, con una cerimonia informale, verrà presentata ai Soci la nuova ed entusiasta squadra di volontari che coordinati dalla sezione di Genova saranno a disposizione delle persone con sclerosi multipla e le loro famiglie residenti nel Tigullio.

La segreteria del Gruppo Operativo sarà aperta e disponibile il lunedì e il mercoledì dalle ore 10 alle ore 12.30 e risponderà al numero di telefono 0185/302700.

In questa occasione sarà presente inoltre il Sindaco uscente del Comune di Chiavari, Ing. Levaggi (nella foto) – accompagnato dall’Assessore ai Servizi Sociali Avv. Nicola Orecchia a cui è stato chiesto di firmare, in rappresentanza del Comune di Chiavari, la Carta dei Diritti delle Persone con Sclerosi Multipla. Con la Carta dei Diritti delle persone con SM AISM intende rappresentare, affermare, tutelare ogni persona con SM nel quadro dei principi e valori affermati nelle Carte fondamentali dei diritti dell’uomo, della persona con disabilità, del paziente, elaborati a livello internazionale, europeo, nazionale.

La malattia

La sclerosi multipla è una malattia cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante; una delle più gravi del sistema nervoso centrale. Colpisce maggiormente le donne, in un rapporto di 2 a l rispetto agli uomini. Il 50% delle persone con SM sono giovani, cui spesso la malattia viene diagnosticata sotto I 40 anni, nel periodo della vita più ricco di progetti. Si stimano 3.400 nuovi casi ogni anno in Italia: 1 ‘diagnosi ogni 3 ore. I bambini colpiti da sclerosi multipla in Italia siano circa il 10% dei casi totali di SM.
Si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. Sono 30 i sintomi associati alla sclerosi multipla tra questi anche la difficoltà nel linguaggio, la riduzione di forza muscolare, di sensibilità, disturbi cognitivi e nell’85% delle persone prevale il sintomo più comune definito anche il peggiore della malattia: la fatica.

L’AISM

L’AISM è oggi l’unica organizzazione in Italia che interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla. Il suo impegno si sviluppa in tre ambiti determinanti per le persone con SM: promuovere ed erogare servizi a livello nazionale e locale; rappresentare e affermare i diritti delle persone con SM; sostenere e promuovere la ricerca scientifica.

Oggi AISM è il punto di riferimento per le 110.000 persone con sclerosi multipla e per i loro familiari. L’Associazione crede fermamente che le persone colpite dalla malattia abbiano diritto ad una buona qualità di vita e alla piena integrazione sociale. Per questo l’Associazione è attiva sul territorio con oltre 10.000 volontari impegnati a diffondere una corretta informazione sulla malattia, sensibilizzare l’opinione pubblica, promuovere ed erogare servizi socio sanitari adeguati dove il servizio pubblico non arriva, promuovere iniziative di raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica.

 

 

 
La Fondazione Italiana Sclerosi Multipla, FISM, impiega, da sempre, grandi sforzi nell’orientare, promuovere e finanziare la ricerca scientifica quale fonte di conoscenza irrinunciabile per lo sviluppo di strategie terapeutiche efficaci sicure.
FISM finanzia il 70% della ricerca scientifica italiana con progetti di ricerca, borse di studio e servizi centralizzati per i ricercatori. L’obiettivo è scoprire le cause della malattia, trovarne la cura risolutiva e migliorare la qualità di vita delle persone con SM attraverso il rallentamento della progressione della disabilità, il miglioramento della gestione dei sintomi e l’approccio globale nella gestione della malattia.

NESSUN COMMENTO