Ai Martedì de A Compagna l’incontro sul tema “Guardando Genova che cambia musica”

Vincenzo Spera

Martedì 7 febbraio, alle ore 17:00, nell’Aula San Salvatore in piazza Sarzano, dall’uscita della metropolitana, A Compagna nell’ambito delle conferenze I Martedì de A Compagna, che l’antico sodalizio cura da oltre quarant’anni, promuove il XVI appuntamento del ciclo 2016-2017 con Vincenzo Spera: “Guardando Genova che cambia musica” a ingresso libero.

Vincenzo Spera, genovese d’adozione, nato a Salvitelle, a Salerno, 64 anni fa, ha fatto della sua passione un lavoro: ascoltare e organizzare musica dal vivo. Sposato con Danaury, papà di Mariantonietta e Marco Stefano, Spera opera come promoter in Liguria dal 1974, ma ha avuto anche incarichi e svolto progetti all’estero: Cina, Sud-Est asiatico, Kazhakistan e Spagna. Ha ideato eventi come l’inaugurazione dell’aeroporto Cristoforo Colombo nel 1986 e lo spettacolo d’inaugurazione delle Colombiane nel 1992. È presidente di Assomusica, membro della Consulta dello Spettacolo del MIBACT e del consiglio di presidenza dell’Agis.
Con questo curriculum è chiaro che Vincenzo Spera ci parlerà di cosa significhi gestire eventi musicali di valenza nazionale e internazionale, quali siano le difficoltà a contattare i grandi artisti e quali gli accorgimenti per la buona riuscita dell’evento.

La conferenza si tiene nell’Aula San Salvatore della Scuola Politecnica dell’Università di Genova in Sarzano (350 posti a sedere). Si tratta della chiesa sconsacrata che è sulla piazza ed è raggiungibile, oltre che con la metropolitana, da piazza Carignano percorrendo il ponte di Carignano (via Ravasco) oppure lungo la direttrice piazza Dante, Porta Soprana, via Ravecca, Sarzano.

NESSUN COMMENTO