L’Abbazia di Borzone, un luogo magico nell’entroterra ligure

L'Abbazia di Borzone è un gioiello artistico e un monumento fra i più importanti del patrimonio storico e architettonico ligure

L’Abbazia di Borzone sorge nella media Val Sturla, nell’entroterra di Chiavari e nel comune di Borzonasca ad un’altitudine di circa 350 metri sul livello del mare.

Abbazia di Borzone
Abbazia di Borzone

E’ immersa nel verde per la vicinanza del Parco dell’Aveto e poggia su terreni terziari di età paleocenica, composti da argilla e arenaria. Proprio l’arenaria fu utilizzata per edificare la torre e parte della chiesa.
Borzone fu certamente un significativo crocevia commerciale tra la costa e l’immediato entroterra e per questo suo ruolo strategico vi furono eretti roccaforti e castelli di difesa da parte dei Fieschi di Lavagna, che dominarono il territorio fino al rinascimento.

Abbazia di Borzone

L’Abbazia di Borzone è un gioiello artistico e un monumento fra i più importanti del patrimonio storico e architettonico ligure. E’ l’unica in Liguria per l’utilizzo di pietra e mattone, ben evidente nel contrasto di colori. Chiese simili a questa in Italia non ve ne sono, recenti studi richiamano l’architettura cristiano-araba mudejar tipica di alcune zone della Spagna del X secolo, tuttavia non è facile trovare una correlazione tra tale stile architettonico e Borzone, anche se le similitudini sono evidenti.
E’ da notare come l’antica chiesa fosse praticamente priva di finestre e priva di qualsiasi realizzazione di affreschi, tanto da essere definita tetra e buia, in seguito fu però innalzata e divenne luminosa grazie all’aggiunta di grandi finestroni nella parte alta.

Padre Attilio Fabris con Michela Resi e un piccolo amico del posto
Padre Attilio Fabris con Michela Resi e un piccolo amico del posto

La zona fu abitata dai Monaci Benedettini fino al ‘500 circa, pensate guardando l’enorme cipresso sul sagrato che fu piantato proprio dai Monaci Benedettini più o meno negli anni in cui Cristoforo Colombo scopriva l’America, quello che vediamo in tutte le foto dell’Abbazia di Borzone è un cipresso monumentale di oltre 500 anni.
L’interno della Chiesa con le sue magnifiche opere ci è stato descritto da Padre Attilio Fabris che ringraziamo per averci accompagnato nella visita.

Se ti piacciono i video di ZenaZone.it ti aspettiamo sul nostro canale YouTube ufficiale.

NESSUN COMMENTO